Pagliani: “Anche per la Regione il punto nascite del Magati è un’eccellenza: perchè chiuderlo?”

26/8/2017 – I punti nascita degli ospedali periferici della provincia di Reggio Emilia, minacciati di chiusura,  sono sempre sotto i riflettori.  Dopo la sospensione del servizio per un mese ciascuno in estate di quelli di Montecchio, Scandiano e Castelnovo Monti, e in attesa che il ministero della Sanità si pronunci sulla richiesta di deroga presentata dalla Giunta Regionale per il Sant’Anna e il magati di Scandiano al fine di non interromperne l’attivita’, Forza Italia – che ha promosso da alcuni giorni una petizione nella zona ceramiche reggiana –  prendere le parti del punto nascite dell’ospedale di Scandiano.

Giuseppe Pagliani e  Maurizio Gasparri al meeting di Giovinazzo

Giuseppe Pagliani e
Maurizio Gasparri al meeting di Giovinazzo

L'ingresso dell'ospedale Magati di Scandiano

L’ingresso dell’ospedale Magati di Scandiano

 capogruppo in Provincia Giuseppe Pagliani ricorda infatti il rapporto del’agenzia nazionale per i servizi sanitari che nel “non lontano 2013” indicava l’ospedale di Scandiano come primo assoluto in regione per qualità delle nascite , primato che deriva dalla bassissima percentuale di parti cesarei effettuati (7,6%) in relazione agli altri nosocomi regionali (media 26.27%). “Il dato evidenzia quindi una struttura che mette a disposizione della comunità un servizio eccellente e appropriato che non merita di essere sospeso”, afferma Pagliani. “Le eccellenze- aggiunge- devono essere salvaguardate e non possono essere mortificate decidendo per decreto la loro soppressione”.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *