Notte di rapine: stranieri scatenati
Trans aggredite, due arresti

Rapinatori stranieri all’assalto delle transessuali lungo la via Emilia: due, un guineiano e un romeno, sono stati presi dai carabinieri, l’altro – sempre un africano – è stato mezzo in fuga grazie allo spray al peperoncino. Il racconto di una notte, è il caso di dirlo, vissuta pericolosamente. 

30/8/2017 – L’hanno avvicinata con il presto di concordare una prestazione sessuale: uno gli ha strappato la borsetta, l’altro il cellulare, l’hanno scaraventata terra e sono scappati entrambi in bicicletta. Erano appena passate  le 2 a Villa Cella. L’ allarme immediato  giunto al 112 dei carabinieri di reggio,  e l’altrettanto tempestivo intervento di una pattuglia della stazione carabinieri di Corso Cairoli ha ha permesso di intercettare i due rapinatori durante la fuga. Sono stati bloccati: uno si era disfatto della refurtiva (la borsetta poi recuperata dai carabinieri) l’altro aveva ancora il cellulare sottratto alla transessuale.

Con l’accusa di concorso in rapina aggravata i carabinieri della stazione di Corso Cairoli hanno arrestato il guineano Thierno Abdoul BAH di 18 anni e il rumeno Ion TOFOLAN di 28, , entrambi senza fissa dimora, ora in carcere a disposizione della Procura reggiana. Questa mattina compariranno davanti al tribunale.

L’aggressione è avvenuta in via G.B. Vico, lungo la via emilia verso Parma : vittima una trans equadoregna . I militari dopo aver assicurato i soccorsi alla transessuale e raccolto la sua testimonianza, hanno localizzato e fermato i due stranieri in bicicletta in Via FratelleiCervi, all’altezza della rotonda con via Plauto, che corrispondevano alla descrizione fatta dalla vittima. Il guineiano aveva il cellulare appena sottratto alla trans,  mentre poco lontano su indicazione del rumeno è stata recuperata la borsa con i documenti della trans, di cui il rapinatore si era disfatto durante la fuga. Colti in flagranza di reato, i carabinieri hanno proceduto all’arresto.

Poco più tardi, alle 4, un’altra transessuale italiana ha subito un tentativo di rapina: mentre percorreva via Emilia Ospizio è stata abbordata  da un africano   in bicicletta,  che dopo averle dato un pugno ha cercato di strapparle di strapparle la borsetta. La vittima grazie allo spray urticante spruzzato in faccia ha salvato la borsetta e messo in fuga il malvivente, ora attivametne ricercato dai carabinieri.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *