Liberiano fermato con tre documenti falsi
Marocchino già espulso fa scattare l’allarme: dormiva della grossa in un’auto

22/8/2017 – Due persone sono state fermate dagli agenti della Polizia municipale di Reggio Emilia negli ultimi tre giorni: in un caso si è trattato di un automobilista con una collezione di patenti false, nel secondo di un cittadino straniero senza documenti.

Il primo episodio si è verificato sabato mattina, nella zona della Stazione, quando una pattuglia ha intimato l’alt a un ciclomotore: durante il controllo dei documenti, il conducente, un cittadino liberiano di 31 anni, ha esibito ben tre permessi internazionali di guida, tutti ovviamente falsi: scoperto dagli agenti, l’uomo ha ammesso di aver acquistato i documenti da un amico. Condotto negli uffici del Comando per accertamenti, il trentunenne è stato denunciato per uso di atto falso. Sono in corso le verifiche sulle frequentazioni del giovane per ricostruire la provenienza dei documenti taroccati.

Il secondo episodio si è invece verificato lunedì mattina in via Don Zeffirino Jodi, quando una telefonata ha segnalato una persona esanime all’interno di un’auto parcheggiata.

Sul posto è stata inviata la pattuglia della Polizia municipale con a bordo il defibrillatore, ma l’allarme è rientrato nel giro pochi minuti, una volta individuata la vettura in questione. La persona esanime era in realtà un trentaseienne di origini marocchine, che stava si era semplicemente addormentato all’interno di un veicolo appartenente a un ignaro cittadino. L’uomo, privo di documenti in corso di validità e con già alle spalle un provvedimento di espulsione, è stato deferito all’autorità giudiziaria.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *