Cyber-jihad: hacker attaccano le scuole reggiane
Proclama islamista nella home page del liceo Ariosto-Spallanzani

5/8/2017 – Attacco informatico in grande stile ai siti internet di diverse scuole reggiane. Ed è un attacco a sfondo politico islamista.
Gli hacker hanno messo fuori uso per buona parte della giornata di ieri i siti di almeno tre istituti superiori e di cinque istituti comprensivi della città, gestiti dalla medesima azienda specializzata, che già da giorni era al lavoro per bloccare i tentativi di intrusione degli hacker nei siti dove ormai transita la totalità delle informazioni degli istituti scolastici e per questo sono cliccati anche in pieno agosto. Lunedì era stato messo fuori uso il sito dell’istituto comprensivo di Scandiano.

Il proclama islamista del Tunisian Fallage team comparso nella home page del sito dell'istituto Ariosto-Spallanzani

Il proclama islamista del Tunisian Fallage team comparso nella home page del sito dell’istituto Ariosto-Spallanzani

Era stata l’Agenzia Digitale Italia, che si occupa fra l’altro della protezione dei siti internet della pubblica amministrazione, ad avvertire il gestore che era in atto un attacco informatico. Ieri mattina l’intrusione è riuscita e i siti sono stati oscurati con azioni che, almeno in un caso, sono dichiaratamente filo-islamiste.
Al posto della home page del liceo Ariosto-Spallanzani è apparsa di buona mattina la scritta Tunisian Fallage Team, e un messaggio nel quale l’accusa di terrorismo viene ribaltata sull’Occidente: «Ogni giorno i musulmani vengono uccisi da cristiani e sionisti», questa una delle frasi contenute nel messaggio.
Più tardi la firma del Tunisian Fallage Team e il messaggio sono scomparsi, per lasciare posto all’oscuramento totale della home page. Poi, mentre gli informatici continuavano a lavorare al ripristino dell’architettura di sistema, lo schermo è apparso bianco. Sorte analoga per il sito dell’istituto comprensivo Lepido che, tuttavia, è stato hackerato in modo più «innocente», con la home page coperta da caratteri cirillici.
Dopo le 15, comunque, il portale dell’Ariosto Spallanzani e del Lepido sono tornati alla normalità, completamente fruibili. Ma i tecnici sono ancora al lavoro per mettere in sicurezza il sistema: anche perché non si possono escludere altri attacchi.
«Per fortuna l’agenzia aveva avvertito dell’attacco in atto, così il webmaster ha potuto fare per tempo il back up di tutti i dati – ha commentato alla Voce di Reggio la dirigente dell’Ariosto-Spallanzani, professoressa Maria Rosa Ferraroni – Domani (questa mattina, ndr.) andrò a presentare denuncia alla polizia postale. Siamo stati subissati da una gran quantità di telefonate: non mi sarei mai aspettata che il 4 agosto e con 40 gradi all’ombra, il sito della scuola fosse frequentato da così tante persone».
p.l.g

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *