A Reggio oltre i 40° sino a domenica. Ed è arrivata la settima notte più calda di sempre

2/8/2017 – Presso le stazioni di rilevamento dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore i termometri hanno già raggiunto valori oltremodo elevati.

L’ondata di caldo – afferma l’esperto Unimore Luca Lombroso – ha preso il via, puntuale, nella giornata di ieri, martedì 1 agosto, anche se di fatto le temperature risultavano sopra la media da numerosi giorni“.

In particolare ieri i termometri hanno raggiunto valori di 36.3°C nella stazione storica di Piazza Roma a Modena,38.1°C al Campus DIEF di Modena e 38.2°C a Reggio Emilia, presso il Campus universitario San Lazzaro. La notte è poi stata “tropicale” ovunque, in città e in campagna, e perfino in molte località dell’Appennino.

Notte tropicale ricordiamo – precisa Luca Lombroso – è quando le temperature minime non scendono sotto ai 20°C“. Infatti verso l’alba di mercoledì 2 agosto, sono stati riscontrati i seguenti valori: 27.7°C in centro a Modena nella stazione posta sul Palazzo Ducale, 23.4°C al Campus DIEF di Modena e 24.3°C a Reggio Emilia.

Benché ancora non battuto il record di “notte più calda”, del 22 luglio 2017 con 28.8°C in Piazza Roma a Modena, quella tra l’1 ed il 2 agosto è stata comunque la 7° notte più calda di sempre nei 187 anni di storia dell’Osservatorio Geofisico universitario di Modena.

Oggi, martedì 2 agosto, – continua Luca Lombroso – ci avviamo a superare, e nettamente, i valori di ieri. Già prima delle 10 i termometri erano ovunque oltre i 30°C. A parità di orario circa 2-2.5°C più di ieri“.

Le temperature massime, ricordiamo, in questo periodo si verificano anche dopo le 18.00 inoltre viste le condizioni particolari che possono mettere a prova anche l’affidabilità delle misure si dovranno effettuare accurati controlli con strumenti campione che, preventivamente, sono stati messi a fianco degli strumenti automatici operativi. Il valore definitivo dunque, e ancor più eventuali record, saranno comunicati allorché siano compiute le verifiche strumentali ed il dato potrà essere validato.

Alle ore 11.50 si avevano queste temperature: centro a Modena (Palazzo Ducale) 33.7°C, periferia Modena (Campus universitario DIEF) 34.2°C e periferia Reggio Emilia (Campus universitario San Lazzaro) 35.1°C.

Resta comunque confermato – conclude il meteorologo Luca Lombroso – che andiamo verso valori prossimi ai record storici. Nelle zone più calde di Modena e Reggio Emilia sono attesi circa 40°C da oggi fino a sabato 5 agosto, e ancora domenica 6 agosto sui 38°C. Solo lunedì 7 agosto si scenderà a circa 35°C. Avremo dunque ancora molto caldo anche a inizio settimana, mentre per una rinfrescata più apprezzabile dobbiamo rimandare le speranze al 9-10 agosto, anche se ancora non si vede la fine della siccità“.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *