Uno sguardo diverso su Reggio
Le fotografie di Sheila E. Griffie alla galleria VV8
Il ricavato a sostegno del programma PolioPlus del Rotary

È possibile innamorarsi di una città? Una città in cui non si è nati, non si vive e non si è trascorso nemmeno così tanto tempo? Una città lontana migliaia di chilometri dalla propria casa e, contemporaneamente, estranea ai consueti itinerari turistici?

Per Sheila E. Griffie è stato possibile. Dal 2009, ogni anno, ha trascorso le vacanze estive a Reggio Emilia, scoprendo a poco a poco la città. Senza auto, senza bicicletta, recuperando lentamente quella che lei stessa definisce “the art of the walk about”, la consuetudine al cammino: scoperta personale che corrisponde ad un viaggio fotografico dal centro urbano alla periferia focalizzando l’attenzione sui lavori tradizionali, i luoghi di aggregazione, le architetture, le Istituzioni culturali, sino allo scorcio inaspettato, a tratti pop.

Il suo sguardo su Reggio Emilia, curioso e cadenzato, corrisponde ad uno sguardo “altro” sulla nostra città, un punto di vista esterno in grado di cogliere i cambiamenti in atto, così come la bellezza di abitudini e luoghi che appartengono alla nostra quotidianità e ai quali non sempre diamo la dovuta importanza. Un percorso fotografico in cui i limiti materiali tra le strade e la fisicità dell’artista gradualmente si dissolvono, evidenziando una crescente confidenza con i luoghi e la loro essenza.

La mostradi Sheila E. Griffie alla galleria VV( di Reggio Emilia

La mostradi Sheila E. Griffie alla galleria VV( di Reggio Emilia

Una Reggio Emilia vista con altri occhi, uno sguardo straniero che diventa consueto fino a catturare ciò che noi vediamo tutti i giorni ma non guardiamo più.

Docente universitario per professione, Sheila E. Griffie è nata negli Stati Uniti da una famiglia di musicisti ma molto presto sviluppa la passione per la fotografia, a partire dai primi anni Settanta.

Nei suoi frequenti viaggi attraverso gli Stati Uniti, l’Europa, l’Asia e l’Africa fotografa luoghi e persone, prevalentemente riprese in situazioni reali, sviluppando una ricerca vicina alle esperienze della street photography. La fotografia è la sua passione: raramente è senza la fotocamera. Sheila ha presentato le sue fotografie in esposizioni in diverse località in California e Oregon (USA), nonché in una mostra congiunta a Reggio Emilia nel 2010, viaggiando estesamente negli Stati Uniti, in Europa, in Asia e in Africa, fotografando ovunque.

RED_3676

La prima volta di Sheila in Italia è stata nel 1990: fu affascinata dal cibo e dall’architettura e per molti anni l’ha visitata spesso come turista e per affari. Nel 2009 una cara amica americana l’ha invitata in Italia per incontrare la famiglia del nuovo marito italiano: Sheila è venuta così a conoscere la gentilezza della gente di Reggio Emilia e i suoi tesori locali. Da allora è tornata nel 2010, nel 2011 ed ogni estate fino a quest’anno, il 2017.

La mostra An Outer View, organizzata dal Rotary Club Reggio Emilia e fortemente voluta dal suo Presidente Leopoldo Barbieri Manodori, è in corso sino al 22 luglio alla galleria d’arte contemporanea VV8, via Emilia Santo Stefano 14 e Reggio Emilia.

RED_3749

 Sono esposte una ventina di fotografie selezionate all’interno di un archivio molto più ampio. Con la vendita delle opere sarà sostenuto  PolioPlus, il programma del Rotary International avviato nel 1985 per l’eradicazione della poliomielite.

RED_3675

Il programma Polioplus costituisce la più grande sfida del Rotary International per vincere la poliomielite. Il programma da 32 anni impegna notevolmente le potenzialità economiche e fisiche della Fondazione Rotary International ed ha raggiunto obiettivi importantissimi sino alla quasi completa eradicazione mondiale della malattia. Dal 1985 il Rotary International ha accettato questa enorme sfida collaborando con OMS, Unicef, CDC ed organizzazioni sanitarie dei vari Paesi interessati. Il Rotary è coinvolto nel programma con la sua rete mondiale di volontari che prestano la loro assistenza alla distribuzione del vaccino, alla mobilitazione sociale e all’aiuto logistico ed economico coordinandosi con i team sanitari. Solo qualche numero per dare il senso dello sforzo e dei risultati raggiunti: all’inizio dell’impegno Rotariano Polioplus i Paesi endemici erano già ridotti a 125 con 350.000 casi/anno di forme paralitiche; attualmente la polio è endemica in sole 3 Nazioni (Pakistan, Afghanistan, Nigeria) con 71 casi/anno nel 2015. Ad oggi oltre 4 miliardi di bambini sono stati vaccinati e almeno 5 milioni di bambini sono stati risparmiati dalla malattia ed i casi di poliomielite si sono ridotti del 99,5%; il contributo finanziario del Rotary International all’iniziativa ha superato i 1.500 milioni di $ americani prolungando la collaborazione con la Fondazione Bill & Melinda Gates fino al 2018, collaborazione che, per ogni $ donato dal Rotary, prevede di donare 2 $ (fino a 35 milioni/anno) e, di recente, Bill Gates ha donato altri 450 milioni di $.

AN OTHER VIEW

Fotografie di Sheila E. Griffie

Galleria VV8 artecontemporanea

Cortile di Palazzo Borzacchi

Via Emilia Santo Stefano 14 Reggio Emilia

LA MOSTRA SARA’ APERTA DA VENERDI’ 7 LUGLIO A SABATO 22 LUGLIO CON I SEGUENTI ORARI:

MATTINO ORE 10.00-13.00

POMERIGGIO 16.30-19.30

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *