Una fiaccolata imponente per il punto nascite
Oltre duemila persone a Castelnovo Monti

28/7/2017 – Una manifestazione imponente, da lasciare senza parole. Un popolo è sceso in piazza per ilò punto nascite dell’ospedale Sant’Anna.

Oltre duemila persone hanno partecipato mercoledì sera alla manifestazione pubblica che è stata organizzata a Castelnovo Monti dal comitato “Salviamo le cicogne” e dal gruppo “Insieme per l’ospedale Sant’Anna” a sostegno del punto nascite e del nosocomio castelnovese. All’iniziativa, oltre alle varie associazioni, hanno partecipato tantissimi cittadini provenienti dal territorio montano con la presenza anche di un gruppo di Reggio.

IMG-20170727-WA0000

Erano presenti i sindaci di Casina, Castelnovo Monti, Carpineti, Toano, Vetto e Palanzano di Parma. La portavoce del comitato popolare “Salviamo le cicogne” Nadia Vassallo ha ringraziato tutti coloro che hanno aderito: «Siamo – afferma – molto soddisfatti. Ci abbiamo creduto da subito e siamo contenti perché non ci aspettavamo più di due mila persone che sono arrivate da tutta la montagna. Siamo partiti nella zona del campo sportivo parrocchiale per raggiungere a piedi l’ospedale Sant’Anna che abbiamo circondato con circa 800 torce. E’ stata promossa una manifestazione pacifica con l’obiettivo di tutelare il punto nascite di Castelnovo e sostenere l’ospedale. Ringraziamo tutti quelli presenti e quelli che avrebbero voluto esserci, ma per vari problemi non hanno potuto. Esprimiamo gratitudine ai sindaci che hanno voluto sfilare assieme alla popolazione».

I sindaci alla fiaccolata

I sindaci alla fiaccolata

Una rappresentante del comitato mercoledì sera è intervenuta per ricordare il percorso intrapreso da “Salviamo le cicogne”, sottolineando che «ci siamo dovute districare tra una massa di opinioni diverse, di consigli, abbiamo dovuto tenere testa a persone e politici che sapevano come fare ad avere l’ultima parola molto meglio di noi, abbiamo dovuto analizzare, prevedere, rilanciare, informarci sempre e comunque».
Il sindaco di Castelnovo e presidente dell’Unione Enrico Bini ieri in una nota ha evidenziato che è stata una «manifestazione importante e significativa che dimostra come l’Appennino sia un territorio vitale: la presenza di tantissime persone, e in particolare tante famiglie, mamme e bambini, rimarca quanto il mantenimento del punto nascite di Castelnovo non solo abbia un senso in termini di sicurezza e prossimità dei servizi, ma anche per la tenuta socio economica complessiva di un territorio che ha sicuramente elementi di fragilità, ma anche grandi potenzialità di sviluppo che devono essere adeguatamente sostenute». Bini inoltre rileva che in un periodo in cui molte persone sono in vacanza raccogliere più di 2000 persone per il territorio Appenninico è un dato che non può essere sminuito. «Abbiamo – spiega – camminato insieme, alla luce delle fiaccole, circondando l’ospedale testimoniando il legame fortissimo tra la comunità e questa struttura. Oltre ai tantissimi cittadini c’erano amministratori ed esponenti di tutte le forze politiche: oltre a me i sindaci di Toano Vincenzo Volpi, Carpineti Tiziano Borghi, Casina Stefano Costi, Vetto, Paanzano Lino Franzini, Enrico Ferretti in rappresentanza della municipalità di Collagna, i consiglieri regionali Yuri Torri, Gabriele Delmonte, Silvia Prodi, i consiglieri comunali di Reggio Cinzia Rubertelli e Gianni Bertucci, tutti i consiglieri di Castelnovo con i capigruppo di maggioranza e opposizione»
Matteo Barca/La Voce di Reggio Emilia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *