Strafatta di cocaina scambia l’amico per un mostro, lo sequestra nel bagno e tenta il suicidio

6/7/2017 – Strafatta di cocaina, prima scambia l’amico per mostro, lo chiude in bagno e chiama il 112;  poi all’arrivo dei carabinieri in divisa, non credendoli “veri”, tenta di gettarsi dal balcone, ma viene trattenuta dai militari.

E’ in sintesi la storia di probabili allucinazioni da un uso “esagerato” di sostanze stupefacenti, verificatasi in un comune della Val d’Enza,  per la quale una donna di 45 anni è stata denunciata per i reati di procurato allarme, spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. E’ accaduto l’altra sera quando la donna ha chiamato il 112 riferendo di aver chiuso un mostro nel suo bagno.

Quando i  carabinieri di Sant’Ilario d’Enza sono arrivati a casa, un uomo era effettivamente chiuso nel bagno, mentre la signora appariva visibilmente in stato confusionale.

I militari sono riusciti a liberare un malcapitato (che poi era un amico di lei) vicendo le resistenze della donna che, poi ha cercato di gettarsi dal balcone, ma è stata salvata dagli stessi carabinieri che l’hanno afferrata per le braccia appena in tempo. In cucina i carabinieri hanno trovato vari ritagli di cellophane vuoti: in origine, come rilevato dalle analisi, c’era della cocaina che la donna aveva assunto copiosamente offrendola anche all’amico (da qui l’accusa di spaccio). c’era anche una dose ancora integra di dorba, che è stata sequestrata.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *