Scandiano, punto nascite chiuso per ferie: “Una decisione sbagliata, ecco perché”

di Elena Diacci*

4/7/2017 – La prevista chiusura del reparto di ostetricia  per circa un mese dell’Ospedale Cesare Magati di Scandiano rappresenta una problematica di primario interesse per la nostra collettività e non solo, infatti è il miglior nosocomio regionale per quanto riguarda i parti ed il reparto intero di ostetricia che coinvolge un bacino di pazienti che si estende ben oltre il comprensorio ceramico.
Mantenere il reparto di ostetricia non può essere collegato semplicemente alla attuazione di normative nazionali o regionali che, come unico metro di misura, adottano valori numerici ed economici con la conseguente scelta di chiudere le porte per un mese tagliando i costi del personale sanitario. E’ invece necessario valutare, soprattutto in una regione come la nostra dove esistono specificità territoriali che devono essere considerate, che queste scelte si concretizzano oltre che in un disagio anche in un rischio per la salute dei cittadini, che, nell’ipotesi di chiusura del reparto di ostetricia, saranno costretti anche in casi di urgenza a percorrere un tragitto di ulteriori 20 minuti per recarsi presso le sedi ospedaliere più vicine, quella di Reggio Emilia e di Sassuolo.
Elena Diacci

Elena Diacci

Le donne devono avere la possibilità di poter scegliere dove partorire, di andare dove si sentono più protette nel rispetto di quell’evento naturale e fisiologico che è il parto, perché partorire non è una malattia ma un momento felice che ogni donna deve vivere nel miglior modo possibile…con tranquillità, rispetto, dignità e soprattutto sicurezza.
Il Magati è un prezioso presidio ospedaliero da valorizzare e far crescere non certo da depotenziare.
Il denaro pubblico risparmiato in un mese di chiusura sarà invece verosimilmente sperperato per l’accoglienza, non delle gestanti ma di immigrati, noi non potremo mai condividere certe scellerate scelte del PD nella gestione della cosa pubblica!
*capogruppo Forza Italia a Scandiano
Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Taneto Rispondi

    09/07/2017 alle 22:19

    No ma allora basta saperlo. Cos…………..
    ………

    😈 😬. 😠 credo convenga commentare coi facciottini.

    .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *