Preso a 61 anni con un chilo e mezzo di hascisc
Il questore Fusiello: “Controlli stringenti in via Turri, via i soggetti non graditi”

12/7/2017 – Un altro arresto per spaccio di droga, questa volta ad essere colto nel fatto un italiano con un vasto “curriculum” alle spalle. Un uomo di 61 anni, G. P., residente in via Turri a Reggio, è stato intercettato nel primo pomeriggio di martedì dalla Squadra Mobile mentre con la sua vettura (una vecchia Opel) si trovava a Rubiera, in via Matteotti. Durante il controllo degli agenti, il reggiano è stato trovato in possesso di un chilo e mezzo di hashish, contenuto in una busta nascosta nel veicolo.

La sostanza era suddivisa in due involucri, il primo dal peso di un chilo e contenente dieci panetti, il secondo di mezzo chilo e cinque confezioni. Oltre all’hashish, l’uomo possedeva anche sei grammi di altri stupefacenti e cinquanta euro – probabilmente provento dell’attività illecita – in banconote di diverso taglio. L’arresto del 61enne – già noto alle forze dell’ordine per furto e danneggiamento – è il frutto di un’indagide dellaSquadra Mobile guidata  da Guglielmo Battisti nella zona stazione, dove si stanno svolgendo a frequenza quotidiana le attività di contrasto al crimine.

Ieri mattina si è volta l’udienza di convalida del fermo, per l’uomo sono stati disposti gli arresti domiciliari. Un’operazione che si inserisce nel contesto della prevenzione alla criminalità, la cui importanza è stata sottolineata dal questore Isabella Fusiello: «Abbiamo intensificato i controlli da lunedì scorso, e i soggetti non graditi alla popolazione saranno allontanati. Per quanto riguarda le risse, solitamente sono provocate da nigeriani facenti un uso spasmodico di bevande alcoliche».
Federica Prati

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *