Park Vittoria, un piano è ancora inagibile

13/7/2017 – Il piano secondo  del Park Vittoria è ancora inagibile. Lo si desume da una dichiarazione rilasciata alla Vocedi Reggio Emilia dall’amministratore di Reggio Parcheggi, Filippo Lodetti Alliata, a proposito delle autorizzazioni dei vigili del fuoco per il parcheggio interrato tra il teatro Valli e il teatro Ariosto: “La dichiarazione di inizio attività (Scia) è ancora in fase di presentazione per il livello-2”.

L’occasione è stata fornita – scrive Vanina Cocchi – dai  5 Stelle che, attraverso la consigliera Alessandra Guatteri, hanno presentato un’interrogazione al sindaco e all’assessore competente secondo cui l’opera appare non completata. “Si parte da una premessa, quella cioè che dopo l’inaugurazione della rinnovata piazza della Vittoria, nel novembre scorso, «a oggi – scrive la Guatteri – permangono nella piazza e su viale Allegri transenne e manufatti apparentemente posticci, il che farebbe ritenere l’opera non completata».

Il parcheggio interrato di Piazza della Vittoria

Il parcheggio interrato di Piazza della Vittoria

Da qui parte una sfilza di domande per appurare se «il Park Vittoria abbia ottenuto il nulla osta dai Vigili del Fuoco» e «se i box siano già utilizzati».
Sulla scorta di una segnalazione di un cittadino la consigliera pentastellata chiede anche «per quale motivo siano collocate delle transenne intorno a quella che potrebbe essere un’uscita di sicurezza in piazza della Vittoria».
E ancora: «A cosa serve la canna fumaria applicata sulla rampa di uscita su viale Allegri? Si tratta di una canna fumaria provvisoria? La sua collocazione è regolare?”

Filippo Lodetti Alliata

Filippo Lodetti Alliata

Contattato dalla Voce di Reggio risponde direttamente alla Guatteri l’Amministratore unico di Reggio Emilia Parcheggi, Filippo Lodetti Alliata.
«Abbiamo ottenuto il nulla osta da parte dei Vigili del Fuoco per il livello -1» fa sapere Lodetti, «mentre la Scia (Segnalazione certificata d’inizio attività, ndr) per il livello -2 è in fase di presentazione». L’amministratore unico di Reggio Parcheggi assicura: «Otterremo anche quella, com’è successo per l’altro livello».
Il parcheggio è pianamente operativo – aggiunge Lodetti -, «quotidianamente e costantemente utilizzato. Noi abbiamo consegnato i box a coloro che ne hanno acquisito il diritto di superficie».
Riguardo alla transenna che circonda l’uscita d’emergenza per i pedoni, Lodetti spiega che è in fase «di produzione un meccanismo di apertura automatico della griglia. Si tratta di un adeguamento normativo. Al momento l’uscita d’emergenza è aperta e transennata perché, in caso di necessità, la griglia difficilmente potrebbe essere aperta a mano. E’ comunque una soluzione temporanea in attesa del nuovo meccanismo d’apertura».
Infine, la canna fumaria applicata sulla rampa d’uscita su viale Allegri «serve per scaricare gli eventuali fumi generati dal gruppo elettrogeno ed è definitiva», conclude Lodetti.
Un intervento, dicevamo, quello del Park della Vittoria che ha fatto molto discutere la città. Tre anni di lavori, polemiche accese, ritrovamenti archeologici, allagamenti. E poi l’inchiesta della Procura e, più di recente, l’esposto della Lega nord alla Corte dei conti. Posto su due piani interrati, inizialmente dovevano essere tre, il Park Vittoria dispone di 247 posti auto. Il prezzo dei box oscilla tra i 60mila e 55mila euro a seconda della metratura e della disposizione sui due livelli. «Il meno 1 è già venduto praticamente tutto – aveva detto Lodetti Alliata durante l’open day -. Abbiamo in vendita il – 2».
Ancora oggi – conferma l’amministratore unico di Reggio Parcheggi – «c’è ancora qualcosa da vendere, com’era nei piani».

Be Sociable, Share!

3 risposte a Park Vittoria, un piano è ancora inagibile

  1. Fausto Poli Taneto Rispondi

    13/07/2017 alle 13:45

    Tutto ciò’ che ha firmato Del Rio ha problemi. Fateci caso.

  2. Confuso Rispondi

    13/07/2017 alle 15:58

    Non ho capito come mai la Final spa che non era nell’ ATI che si era aggiudicata l’ appalto, è subentrata nell’ ATI vincente e di fatto ha sostituito tutte le altre società che ne componevano le parti. Non ho capito come possa essere reputato normale che la società di Alliata im Sicilia sia stata in ATI con società mafiose.Non ho capito nemmeno la necessità di fare un parcheggio privato pagato con soldi pubblici, con un progetto studiato glissando gravemente o deliberatamente sulla presenza di una falda acquifera, e nemmeno ho ben chiaro come mai anche Soluzione Ecologia Ambiente spa di Bibbiano, dove ricopre un ruolo determinante la consorte di Alliata, sia finita nello scandaloso affaire En.Cor. di Correggio. È il caso di dire che è una ben strana combinazione!

  3. Maria Campanale Rispondi

    19/09/2017 alle 01:58

    Rifletto sulle spese sostenuto dal Comune e sulla loro utilità. La fontana dinanzi al Valli eliminata e sostituita nonostante le proteste dei cittadini che consuma veramente acqua e luce. E’ bella ma…. l’acqua è un bene che scarseggia. Il progetto di Park Vittoria non piaceva, un comitato era contro ma è stato fatto. Il progetto era costoso ma dopo anni di polemiche funziona solo un piano…..I vigili del fuoco hanno riscontrato iregolarità. L’azienda costruttrice merita un premio pensate….

Rispondi a Maria Campanale Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *