Il presidente del tribunale Cristina Beretti sotto scorta per minacce. Manghi: “Tutta la comunità reggiana è al suo fianco”.

6/7/2017 – Il presidente vicario del tribunale di Reggio Emilia è da alcuni giorni sotto “tutela” di una scorta di Carabinieri che la protegge in ogni momento. Ciò, a quanto si è appreso, dopo indagini e intercettazioni che hanno portato a considerare una possibile situazione di pericolo per il giudice, che dal 1996 è in servizio al Tribunale di Reggio Emilia e da novembre ha assunto la presidenza vicaria, dopo il passaggio di Caruso a Bologna (che peraltro continua a presiedere il processo Aemilia). Si parla di minacce, più o meno velate, di conversazioni nelle quali sono state scambiate informazioni sulla presidente Beretti, frasi ritenute preoccupanti.

Cristina Beretti, presidente vicario del Tribunale di Reggio Emilia

Cristina Beretti, presidente vicario del Tribunale di Reggio Emilia

Da qui la decisioni di offrire una “tutela”, di fatto una scorta, a Cristina Beretti. Che come presidente è esposta non poco, sia in quanto membro del collegio giudicante del processo Aemilia, sia per aver disposto ingenti sequestri patrimoniali.

Oggi il presidente della provincia Giammaria Manghi esprime “la più autentica vicinanza alla presidente vicaria del Tribunale, Cristina Beretti,  di cui da tempo i reggiani apprezzano l’impegno e la dedizione anche nel delicato ruolo di componente del collegio giudicante del maxiprocesso Aemilia.

Il provvedimento di tutela a cui la presidente Beretti è stata sottoposta se da un lato preoccupa per il clima minatorio che lo ha motivato – scrive Manghi –  dall’altro conferma come l’attenzione da parte delle istituzioni rimanga alta nella quotidiana azione di contrasto a qualsivoglia tentativo di infiltrazione o di minaccia da parte della criminalità organizzata. Auspicando che venga fatta al più presto luce sulle cause che hanno originato il provvedimento di sicurezza, desidero assicurare alla presidente Beretti che tutta la comunità reggiana è al suo fianco”.

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *