Delrio: “Consegno D’Alema alla storia”
“Grave errore firmare il fiscal compact”

10/7/2017 – D’Alema è un personaggio “da consegnare alla storia”, vale a dire da mandare in soffitta. Ed è stato  “un grave errore” firmare il fiscal compact e introdurre il vincolo del pareggio di bilancio nella Costituzione.

Intervista- choc della Stampa di Torino al ministro reggiano Graziano Delrio, “intercettato” mentre era indaffarato ad occuparsi del nipote. L’intervista prende le mosse dalla proposta di Renzi di tre anni col deficit al 2,9% per lanciare la crescita. Proposta che Delrio condivide, e spiega perchè.

“In questi anni abbiamo preso molto, ma abbiamo anche dato molto, Mentre Francia e Spagna superavano il 3 per cento nel rapporto deficit-Pil, noi abbiamo chiesto flessibilità dentro le regole. Piacciano o meno, abbiamo fatto le riforme, investito sulla scuola, nella ricerca, introdotto incentivi per le imprese che investono, sostenuto il potere d’acquisto delle famiglie e contribuito a ridurre le diseguaglianze con la legge sulla povertà e la quattordicesima ai pensionati”.

Graziano Delrio

Graziano Delrio

E aggiunge «Quel che si può fare bene si può fare sempre meglio. Ma abbiamo garantito tre anni di crescita. La disoccupazione avrebbe potuto scendere di più, ma fra i giovani è calata dal 44 per cento al 35-37. Se poi il piano della Bce avesse funzionato fino in fondo e l’inflazione avesse raggiunto il 2 per cento, con una crescita nominale al tre avremmo avuto meno problemi,

«È venuto il momento di dirlo: firmare il Fiscal compact e il pareggio di bilancio in Costituzione è stato un grave errore. Probabilmente in quel momento non si poteva fare altrimenti, ma ciò non toglie che le cose vanno cambiate. Il Fiscal compact non è il Vangelo. È servito alla crescita dell’Italia o della Grecia? La risposta è no. Oggi c’è bisogno di stimolare la crescita aumentando gli investimenti e abbassando la pressione fiscale».

Per abbattere il debito pubblico, il terzo del mondo, Delrio annnuncia: “Abbiamo allo studio varie ipotesi, molte delle quali avanzate da economisti non Pd. Ma per abbassare il debito dobbiamo crescere di più, e per crescere occorrono politiche espansive”.

 

Pierluigi Bersani dice che è una ricetta di destra. Cosa risponde?  

«Sono allibito – risponde il ministro –  Da quando in qua la lotta all’austerità è una ricetta di destra? Non diceva il contrario fino a ieri?»

 

E’ vero che sulla politica delle alleanze a sinistra lei la pensa come Franceschini, ovvero che Renzi sta sbagliando tutto?

«Invece la penso come Renzi: dobbiamo parlare delle cose che interessano ai cittadini. Ma anche Franceschini e Orlando pensano siano prioritari i contenuti. Propongo una moratoria: prima si parla delle nostre proposte, poi si discute delle alleanze. Dobbiamo fare come Berlusconi».

Come Berlusconi?  

«È stato abilissimo: ha vinto molti ballottaggi con il sostegno dei fascisti di Casa Pound, eppure nessuno ha aperto un dibattito sulle alleanze a destra».

E perché invece a sinistra se ne parla così tanto?   

«Ai giornali piacciono le polemiche fra ex colleghi di partito».

Si riferisce a Massimo D’Alema?   

«Sto con Renzi anche perché ho deciso di consegnare certi personaggi alla storia. D’Alema è fra questi».

 

Be Sociable, Share!

5 risposte a Delrio: “Consegno D’Alema alla storia”
“Grave errore firmare il fiscal compact”

  1. Fausto Poli Taneto Rispondi

    10/07/2017 alle 16:45

    Ma caro Del Rio, che sforzi che fai per la tua Italia !
    Spiegatemi come instaurare un confronto culturale con Del Rio.

  2. Susanna Rispondi

    12/07/2017 alle 09:19

    E allora sarebbe bene rivedere e ripensare pubblicamente un po’ TUTTO il comportamento in aula dei parlamentari dell’Emilia Romagna,( visto che abitiamo qui) e loro relative espressioni di VOTO ( FAVOREVOLI AL PROVVEDIMENTO) .

    Allego dagli atti della camera: https://parlamento16.openpolis.it/votazione/camera/trattato-sul-fiscal-compact-ddl-5358-voto-finale/39320

  3. giuseppe Rispondi

    13/07/2017 alle 15:29

    Caro Delrio, hai sposato Renzi anche se ti stai accorgendo, almeno lo spero, che è un egocentrico che danneggia il nostro paese. Abbi il coraggio di dire apertamente quel che pensi, a meno che la speranza, anzi la voglia, di continuare la csrriera politica ti fa pagare qualsiasi prezzo. La pensa così anche il tuo sponsor d. Dossetti?

  4. Fausto Rispondi

    17/07/2017 alle 13:58

    Sì dietro il PD ci sta, la Curia.

  5. Fausto Poli Taneto Rispondi

    18/07/2017 alle 14:49

    Credo che basti leggere da internet ricercando ” Del Rio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *