Morde il fratello e sfascia l’auto della sua ragazza: trentenne violento finisce in manette

12/6/2017 – A ottobre dell’anno scorso aveva pestato brutalmente il padre “colpevole” di dormire mentre lui aveva dolori lancinanti ai denti. Ora invece si è accanito con il fratello ritenuto responsabile di non aiutarlo economicamente. Per questo motivo ieri mattina al culmine di una lite lo  ha morsicato alla mano e poi armato un tubo di ferro ha danneggiato l’auto della ragazza del fratello stesso.

Ieri pomeriggio i carabinieri delle stazioni di Novellara e Campagnola Emilia hanno arrestato  con le accuse di violazione di domicilio e danneggiamento aggravato, un uomo di 30 anni .residente a Guastalla. A casa della madre, dov’era andato appositamente, ha accusato il fratello di non volerlo aiutare economicamente e al culmine di un litigio, gli ha morso la mano: in ospedale, la vittima è stata dichairata guaribile in 3 giorni.

Più tardi l’energumeno si è ripresentato a casa della madre con un bastone di ferro di oltre mezzo metro.   Dopo aver danneggiato il citofono e il muro d’ingresso, ha cominciato a colpire con il tubo l’auto, parcheggiata nel cortile, della fidanzata del fratello, rompendo i finestrini e ammaccando la carrozzeria. Da qui l’intervento dei carabinieri e l’arresto.

Il trentenne, poco tempo fa, aveva danneggiato l’autovettura del congiunto. Inoltre due giorni fa aveva  e non piu’ tardi di due giorni fa aveva aperto un accaunt facebook con una faccia tumefatta e la scritta“ciao fratellino buona mutazione”.

Il papà, un 60enne residente a Guastalla,  quattro anni fa lo aveva accolto in casa poiché il figlio  si era ritrovato senza lavoro e quindi nelle condizioni dì non potersi permettere una abitazione. Per riconoscenza lo ha pestato a sangue mandandolo all’ospedale solo pèerché il genitore dormiva mentre lui aveva il mal di denti.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *