Il senso di Araki per l’erotismo: lectio alla galleria 13
sulle Polaroids del più spregiudicato fotografo giapponese

10/6/2017 – La Galleria 13 di via Roma, a Reggio Emilia, ospita sino al 18 giugno una intrigante mostra di Nobuyoshi Araki, 77 anni, l’artista e fotografo più spregiudicato e osannato del Giappone.

Si tratta di oltre cinquanta fotografie polaroid d’epoca, che risalgono agli anni 70, di soggetto erotico, scattate sul set fotografico quando ancora non si parlava neppure di “sesso estremo” e internet non aveva ancora inaridito, riducendola a pura mercificazione, la poetica del sesso.

Una Polaroid di Araki

Una Polaroid di Araki

Gli scatti di Araki, presentati dalla “13” di Sara Cavagnari indagano sul Kimbaku, la tradizionale legatura giapponese del corpo. Le Polaroid esplorano anche i nudi di giovani donne, i Cieli immortalati  quasi sempre dal terrazzo di casa, popolato da lucertole di plastica e Goozilla, i Fiori colti nel momento di massimo splendore,  un attimo prima di appassire.

foto giappon 1

Sabato 10 giugno alle ore 18 il lavoro di Araki sarà approfondito nel corso di un incontro alla galleria 13.  Nell’occasione Sara Cavagnari presenterà anche il secondo libretto dedicato alle Polaroids presenti nella mostra, e pubblicato dalle edizioni Galleria 13.

foto giappon 2

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *