Fiaccolata, Rubertelli replica al sindaco: “Le coop sociali ti dettano la linea e ingrassano i loro bilanci”

14/6/201ì7 – Le cooperative sociali che intendono spartirsi 61 milioni di euro pubblici “per ingrassare i propri bilanci alle spalle di quelle persone spinte in europa da interessi ben precisi”, sono ben rappresentate in Giunta e dettano la linea al sindaco Luca Vecchi.

E’ la dura risposta della consigliera comunale Cinzia Rubertelli, capogruppo GR-PR Alleanza Civica in Sala del Tricolore, alle dichiarazioni diffuse dal sindaco Luca Vecchi dopo la fiaccolata dei comitati cittadino che contestano i criteri di gestione dei richiedenti asilo.

La partenza della fiaccolata dei cittadini da piazza Martiri del 7 luglio

La partenza della fiaccolata dei cittadini da piazza Martiri del 7 luglio

“Vecchi dice che sulla difesa della dignità dei richiedenti asilo non giocherà alla lotteria – afferma Rubertelli – ma a questo gioco ci stanno giocando quelle cooperative sociali molto ben rappresentate in giunta e che gli dettano la linea e che intendono spartirsi 61 milioni di euro pubblici per ingrassare i propri bilanci alle spalle di quelle persone che sono spinte in Europa da interessi ben precisi”. E aggiunge: “E’ un grande mercato degli uomini alimentato da un centro-sinistra che oinvece taccia di razzismo chi è contrario a questo mercato di uomini, e che non si vergogna di lucrare sulla pelle di queste persone, anzi costruisce i loro fortunati bilanci. Una politica naturalmente da respingere, come ha testimoniato l’ iniziativa della cittadinanza che si è svolta lunedì sera. In cui sono scesi in piazza, uomini, donne e bambini per chiedere trasparenza e dire basta a scelte calate dall’ alto per scopi tutt’ altro che nobili”.

“Quelle cooperative sociali – conclude Rubertelli –  farebbero bene a realizzare  le loro azioni nei paesi di provenienza di queste persone se ci tengono tanto, e non a lucrare con i soldi delle tasse di tutti  per i propri fini”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *