Fermato con tessere funghi
rubate per 93 mila euro

8/6/2017 – Girava  per i comuni dell’Appennino reggiano cercando di piazzare a commercianti ed esercizi pubblici tessere per la raccolta funghi.

Domenica però l’insolito comportamento di un uomo di Castelnovo Monti  ha insospettito un barista di Carpineti che gli aveva dato cento euro di anticipo per ricevere un blocchetto con  25 tessere per la raccolta funghi 2017.

L’esercente new ha parlato con  carabinieri del paese, quali hanno che il blocchetto era relativo alla raccolta funghi per l’anno 2016, quindi scaduto, e che apparteneva a una partita di tesserini, per un controvalore  di circa 100.000 euro, rubata sabato scorso negli uffici dell’Unione Montana Appennino reggiano.

I militari avviavano così le ricerche dell’uomo, che era stato visto allontanarsi  a bordo di una Fiat Panda. L’auto è stata intercettata e fermata: alla guida c’era un 44enne di Castelnovo Monti noto alle forze dell’ordine per reati  reati contro il patrimonio.

Nella Panda c’erano ben 2 mila 700 tessere per la raccolta funghi scadute racchiuse in 108 blocchetti del controvalore di 93.000 euro. L’uomo, sfidando l’evidenza dei fatti, ha dichiarato di aver le “trovate in strada”“Le ho trovate in strada!” . E’ stato denunciato alla Procura di Reggio Emilia con l’accusa di ricettazione. Tutte le tessere sono state sequestrate.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *