Cgil a Roma contro i nuovi voucher
Camusso: “Pronto ricorso alla Corte Costituzionale”

E’ in  corso a Roma la manifestazione nazionale della Cgil contro i nuovi voucher. Il sindacato guidato da Susanna Camusso torna in piazza con lo slogan “Rispetto! Per il lavoro, per la democrazia, per la Costituzione”. Vi partecipano anche centinaia di persone da Reggio Emilia,insieme a esponenti della sinistra anti-renziana. La reintroduzione dei voucher è uno “schiaffo alla democrazia” che non può passare “inosservato”, sostiene il sindacato.

Un momento della manifestazione nazionale indetta dalla Cgil contro la reintroduzione dei voucher, Roma, 17 giugno 2017. ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

“Con i nuovi voucher – afferma la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso – si reintroduce l’ennesima forma di precarietà, raccontando che è un contratto mentre, invece, è una pura transazione economica che non prevede alcun diritto per i lavoratori. Il Governo e la politica – ha rimarcato Camusso – hanno avuto paura del confronto pubblico su un tema così importante come quello della precarietà”. Contro i nuovi voucher, la leader della Cgil ha anche ribadito che il sindacato è pronto al ricorso alla Corte Costituzionale.

Un momento della manifestazione nazionale indetta dalla Cgil contro la reintroduzione dei voucher, Roma, 17 giugno 2017. ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

Un momento della manifestazione nazionale indetta dalla Cgil contro la reintroduzione dei voucher, Roma, 17 giugno 2017. ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

Due i cortei previsti, pronti a sfilare per le via della capitale: uno parte da piazza della Repubblica, l’altro da piazzale Ostiense, per poi confluire in piazza di Porta San Giovanni dove si terrà l’intervento conclusivo, dal palco, del segretario generale Susanna Camusso. La Cgil lancia un appello “per il rispetto dell’articolo 75 della Costituzione” sul referendum popolare e, quindi, “per difendere la democrazia e il diritto dei cittadini a decidere, per contrastare la precarietà, per un lavoro dignitoso tutelato e con il pieno riconoscimento dei diritti”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *