Striscioni di CasaPound contro coop “rosse”, Pd e sindaco Vecchi

26/5/2017 – Crac delle grandi cooperative edilizie: attacco della destra di CasaPound che arriva a definire “mafia” il sistema delle coop.

“No alla mafia delle coop”, “Coop rosse + Pd, compagni di merende” e “Luca Vecchi: sindaco assente di una città decadente”. Sono gli slogan di  tre striscioni affissi nottetempo in punti diversi di Reggio Emilia, dai militanti di CasaPound Italia “contro gli intrighi delle coop rosse e l’assenza totale  del sindaco Vecchi”, si legge in una nota diffusa questa mattina. .

Uno degli striscioni affissi da CasaPound

Uno degli striscioni affissi da CasaPound

“Le coop rosse – afferma la nota di CasaPound – hanno lucrato sui risparmi dei lavoratori smembrando capitali che ammontano a miliardi di euro, nella sola nostra provincia, nel silenzio delle istituzioni”. “Oltre ai danni arrecati a chi per le coop lavorava – prosegue la nota – hanno messo in crisi molte aziende che collaboravano con le stesse, costringendole a ridimensionamenti o addirittura alla chiusura, causando un profondo disagio nel tessuto sociale di una provincia già duramente colpita dalla crisi di questi anni”.

Pound 2

“Esprimiamo solidarietà ai lavoratori – conclude la nota – che sono stati messi in ginocchio da questo scellerato sistema supportato da lega coop e dalla sinistra reggiana”.

Pound 1

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. emilialibera Rispondi

    26/05/2017 alle 14:30

    hanno ragione !!

Rispondi a emilialibera Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *