Sedia in testa alla madre ottantenne

14/5/2017 – Un uomo di 57 anni di Montecchio, in preda a un raptus ha colpito l’anziana madre alla testa con una sedia, e quando sono arrivati i Carabinieri, ha aperto la porta brandendo minacciosamente un’ascia.

Tutto questo perché la madre, quando è rientrato in casa, lo ha redarguito per aver sbattuto il cancello.  Disarmato e portato in caserma, è stato denunciato per lesioni aggravate, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. L’anziana ha riportato un trauma cranico con ferita alla fronte guaribile in 10 giorni: non ha voluto denunciare il figlio, tuttavia è scattatala segnalazione d’ufficio ai carabinieri. 

E’ accaduto l’altro pomeriggio quando una pattuglia della stazione di Montecchio Emilia, su richiesta dei sanitari del 118 già sul posto, sono intervenuti in un’abitazione del paese a seguito dell’aggressione subita da una signora di 80 anni da parte del figlio, e per la quale era stata trasportata in ospedale.

Hanno così accertato che poco prima l’uomo, sgridato per aver sbattuto, nell’entrare, il cancello del cortile e la porta di casa, colpito con una sedia la mamma alla testa per poi chiudersi in casa.

Quando hanno bussato i Carabinieri, l’uomo in preda ha minacciato di uccidere tutti,  impugnando un’ascia e dirigendosi verso i carabinieri, che sono riusciti a disarmarlo. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *