La Chiesa, una straniera nel mondo
Il vescovo Camisasca presenta il suo nuovo libro all’Arco

4/5/2017 – La Chiesa è diventata una sconosciuta per l’uomo contemporaneo, una straniera, come ha scritto il poeta T. S. Eliot più di ottant’anni fa nei Cori da “La Rocca”. Si parla poco di lei, o meglio, se ne parla in termini politici o scandalistici, perdendo il senso della Chiesa come corpo di Cristo, indissolubile dalla sua persona.

Massimo Camisasca vescovo di Reggio Emilia

Massimo Camisasca vescovo di Reggio Emilia

E allora come comprendere oggi chi è la Chiesa? Come cercare e amare il suo volto nella storia? Massimo Camisasca risponde a queste domande puntando al cuore dell’esperienza cristiana: la bellezza dell’amicizia con Cristo. Lo fa ripercorrendo la nascita della comunità ecclesiale al tempo di Gesù, a partire dai primi che lo incontrarono: Maria, i discepoli, le donne, gli apostoli. “Lo scopo di questo piccolo libro è di far amare il corpo di Cristo. Non si può amare Cristo se non si ama la Chiesa”, scrive il vescovo.

Il volume “La straniera – Meditazioni sulla Chiesa” (Edizioni San Paolo, 122 pagine, 14 euro) viene presentato a Reggio Emilia giovedì 4 maggio alle 18 presso la Libreria All’Arco, alla presenza dell’autore monsignor Camisasca, vescovo di Reggio Emilia. .

Durante l’incontro, coordinato dal giornalista Edoardo Tincani, interverranno don Daniele Moretto, direttore della Scuola Teologica Diocesana e vicario episcopale per la formazione e la cultura, e Corrado Zoppi, psicologo clinico e docente di religione cattolica. Gli attori Isabelle Adriani e Enrico Salimbeni leggeranno alcuni passi dell’opera.

LaStraniera_Sovraccoperta.indd

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *