Konecrane di Lentigione, presidio e schiarita in Regione: tavolo per scongiurare la chiusura

I lavoratori ex Terex sotto Unindustria Reggio

I lavoratori ex Terex sotto Unindustria Reggio

5/5/2017 – Summit questa mattina presso l’Assessorato Attività produttive della Regione sulla crisi allo stabilimento ex Terex di Lentigione di Brescello, acquistato nel gennaio scorso dalla multinazionale finlandese Konecranes.
I lavoratori sono entrati in agitazione contro l’ipotesi annunciata dalla proprietà di chiudere lo stabilimento che occupa 158 dipendenti.
Al termine dell’incontro, a cui hanno partecipato l’assessore Palma Costi, rappresentanti delle Istituzioni del territorio, organizzazioni sindacali e della proprietà, le parti hanno concordato di mantenere il tavolo istituzionale con l’obiettivo di valutare tutte le possibili soluzioni che possano risolvere la crisi, salvaguardando i livelli occupazionali.
Inoltre è stata accolta la proposta fatta dall’assessore di approfondire gli aspetti legati alle opportunità regionali di sostegno alla continuità dell’attività aziendale. E’ stato anche deciso di istituire un tavolo tecnico congiunto azienda-rappresentanti dei lavoratori per garantire la sostenibilità dello stabilimento di Lentigione.
Nei prossimi giorni saranno avviati i tavoli di approfondimento, mentre entro la metà del mese di giugno sarà fatto il punto sulle attività concordate congiuntamente.
Al termine dell’incontro, l’assessore Costi ha incontrato una rappresentanza dei lavoratori che si erano riuniti in presidio questa mattina davanti alla sede della Regione.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Taneto Rispondi

    08/05/2017 alle 20:15

    Ricordo sempre che tante aziende reggiane sono floride. A dispetto di manager incapaci sorretti solo dalla corrente di partito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *