Gruppo Fagioli: fatturato prossimo ai 200 mln, utile prima delle tasse 6 mln

16/5/2017 – Ricavi consolidati prossimi ai 200 milioni di euro, margine operativo superiore ai 22 milioni di euro, utile prima delle tasse di 6 milioni. Il bilancio 2016 dellla Fagioli (leader mondiale nei grandi trasporti), presieduto dall’azionista Alessandro Fagioli e guidato dall’amministratore delegato Fabio Belli , si presenta come uno dei migliori nella storia del gruppo di Sant’Ilario.

“Il miglioramento continuo degli ultimi anni sei anni – rileva una nota del gruppo  è sicuramente motivo di soddisfazione per il management ed i dipendenti, che parallelamente ai risultati economici, hanno visto riconoscersi cinque premi internazionali importantissimi legati all’innovazione, all’ingegneria, alla sicurezza e alla movimentazione più complessa effettuata nel mondo e al trasporto eccezionale più complicato”.

 I risultati ottenuti – commenta l’Amministratore Delegato Fabio Belli – sono di grande soddisfazione, prima ancora per l’inequivocabile risultato economico, per come tutti i dipendenti abbiano contribuito alla crescita del brand nel mondo grazie a performance tecnico operative e gestionali difficilmente prevedibili qualche anno fa”.

Un trasporto eccezionale della Fagioli di Sant'Ilario

Un trasporto eccezionale della Fagioli di Sant’Ilario

 Fagioli chiude un consolidato di gruppo vicino ai 200 milioni di euro con un incremento superiore al 20% rispetto al 2015 (163 milioni) ed un Ebidta di oltre 22 milioni anche in questo caso con oltre il 20% di miglioramento.  L’utile prima nelle tasse è vicino ai 6 milioni di euro con un indebitamento di gruppo che scende pur in presenza di un notevole incremento della produzione.  Il portafoglio ordini  è superiore ai 120 milioni di euro.

 Insieme ai numeri – sottolinea Belli – è necessario sempre valutare l’andamento complessivo di elementi tangibili ed intangibili che caratterizzano un’azienda e che prima dei numeri indicano se la strada tracciata è corretta. Fagioli nel corso degli anni è riuscita ad incrementare le proprie attività produttive in tutto il mondo in modo sensibile, non rinunciando, ma anzi aumentando, la propria innovazione, qualità, sicurezza e fondamentale, il numero dei giovani che oggi gestiscono in prima persona complesse operazioni in ogni angolo del mondo”.

 “Questa continua ricerca del miglioramento è certificata dai numerosi premi internazionali che concorrenti e operatori del settore hanno riconosciuto al gruppo emiliano nel corso del 2016. Il premio mondiale per l’Innovazione, ad esempio, è stato appannaggio della Fagioli cinque volte negli ultimi sei anni.

 

Condividi

2 risposte a Gruppo Fagioli: fatturato prossimo ai 200 mln, utile prima delle tasse 6 mln

  1. carlo Rispondi

    19/05/2017 alle 09:34

    Complimenti a tutto il gruppo dirigente della Fagioli e ad Alessandro, che ha tenacemente difeso l’azienda. Non è il momento di valutare di effettuare un aumento di capitale quotando una parte del capitale nel mercato finanziario ?
    Carlo Baldi

    • Fausto Poli Taneto Rispondi

      19/05/2017 alle 14:41

      Buonasera Dr. Baldi. Sa bene chi ha fatto crescere la Fagioli, e se vorra’ far quotare la stessa Fagioli, dovrà’ rivolgersi a quel tale che, ma saeglio di me a chi rivolgersi. Senza di quei personaggi, col cavolo che ci sarebbe una Fagioli mega.
      Buona serata. Un plauso alla Sua folgorante carriera.

      Fausto Poli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *