Domenichini presidente regionale Confesercenti
“Lotta all’abusivismo, no alle aperture domenicali”

9/5/2017 – Dopo otto anni Roberto Manzoni lascia la presidenza di Confesercenti Emilia-Romagna e passa il testimone a Dario Domenichini, che oggi sarà eletto ufficialmente dall’assemblea regionale.
Domenichini, reggiano, 58 anni, commerciante del settore abbigliamento, eredita la guida dell’associazione in un momento ancora difficile per il commercio, visto che la lunga coda della crisi ancora si fa sentire sulle piccole realtà, schiacciate tra calo dei consumi e concorrenza della grande distribuzione. Per questo, fin dalle prime battute del suo mandato chiede alle istituzioni una maggiore tutela e un maggior riconoscimento per la piccola impresa.

Dario Domenichini

Dario Domenichini

“Formalmente le si attribuisce un grande valore, poi, pero’, spesso i provvedimenti vanno nella direzione opposta, favorendo la Gdo”, lamenta Domenichini.

“Affronto il nuovo incarico con entusiasmo, ma anche con grande preoccupazione per la situazione che sta attraversando la piccola impresa”, ammette il presidente, che in cima alla lista delle questioni cui porre mano mette le liberalizzazioni con le aperture domenicali, il contrasto all’abusivismo commerciale, la pressione fiscale, il lavoro e le nuove disposizioni in materia urbanistica. “Abbiamo sempre contrastato le aperture domenicali, perchè  sono dannose per le aziende- scandisce- non hanno portato alcun beneficio, si sono solo trasferite quote di mercato dalla piccola distribuzione alla gdo. E’ una situazione che crea problemi”.

Non meno perentorio l’approccio al tema dell’abusivismo commerciale, “una delle maggiori cause di crisi” del commercio tradizionale. Un fenomeno che non e’ rappresentato solo da chi vende prodotti contraffatti per strada o in spiaggia, ma che si e’ esteso alla ristorazione e, soprattutto, all’e-commerce

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *