Dieci anni di Ippocampo, straordinaria esperienza
di pet teraphy con i ragazzi “difficili”

17/5/2017 – La Comunità educativa L’Ippocampo, che opera con la pet teraphy a favore di ragazzi provenienti da famiglie in difficoltà, compie dieci anni. Venerdi 19 la cooperativa Lesignola (che gestisce l’Ippocampo) festeggia l’anniversario venerdi 19 , ore 9,30 al teatro comunale di Ciano, con unl convegno dal titolo “Con gli animali per imparare a diventare grandi”, e successivamente con una visita alla nuova struttura realizzata con grandi sacrifici, e grazie a sponsor pubblici e privati, a Selva di Canossa: due edifici, maneggio coperto e oltre otto ettari di terreno.

Dopo i saluti delle autorità, il presidente Carminio Gambacorta ripercorrerà  la storia della comunità, Seguirà l’intervento di Giuseppe Varchetta, psicoanalista, sul tema: “Lo sguardo della cura come risposta al mistero della vita umana”.

Dopo un break gli educatori della comunità presentano: “L’esperienza da educatore, una complessità delicata”.. Alle 12,30 è previsto un collegamento in streaming con Samuel B. Ross, fondatore di Green Chimneys (fattoria convertita a struttura residenziale per ragazzi a Nord di New York).

Ci si sposterà quindi presso la nuova struttura di Selva per un buffet , dove alle 15 verranno presentate alcune attività ludico educative con cani, cavalli a cura dei ragazzi.

Informazioni: www.lesignola.it, mail lesignola@libero.it, tel. 349/6188200.

ippocampo 2

L’IPPOCAMPO

Aiutare i ragazzi giudicati “difficili”: questa la mission di un’equipe composta da Carminio Gambacorta, educatore e veterinario, Marta Ferretti, psicologa, e tanti educatori professionali che si sono succeduti in 10 anni di attività.

COOPERATIVA SOCIALE LABORATORIO LESIGNOLA

L’impegno di questo team di professionisti ha trovato la sua realizzazione nella Cooperativa Sociale Laboratorio Lesignola, situata nel comune di Canossa, in provincia di Reggio Emilia.

Il progetto prende spunto da un’esperienza (Green Chimneys) presente New York negli Stati Uniti: è una fattoria convertita a struttura residenziale, attiva da circa 65 anni, che ospita attualmente circa 100 bambini e ragazzi con situazioni di disagio comportamentale e circa 400 animali. La relazione con quest’ultimi diventa sostegno basilare per i percorsi di sviluppo dei ragazzi sia in ambito scolastico che educativo.

ippocampo 3

COMUNITÀ EDUCATIVA RESIDENZIALE

Da questa realtà è nata la comunità educativa residenziale “L’Ippocampo” che collabora con i servizi sociali di tutta la regione Emilia-Romagna .

La struttura in questi dieci anni di vita si è occupata di oltre sessanta ragazzi in difficoltà, pre-adolescenti ed adolescenti, soprattutto tramite la pet therapy (attività assistite dagli animali).

Gli ospiti della comunità hanno storie diverse, ma con un comune denominatore: il dolore.

Sono stati vittime di maltrattamenti, abusi e abbandoni. Sono stati giudicati, scandagliati, esaminati, studiati come esseri umani sotto ad un microscopio.

Per loro tenere una gallina in braccio, accarezzare il pelo di un cavallo, nutrire un mulo, significa molto. Significa, prima di tutto, non essere più giudicati. Significa allontanare, per un po’, il proprio dolore. Significa ricevere affetto, sperimentare un’accettazione incondizionata e sviluppare un senso di responsabilità e consapevolezza delle proprie azioni.

 

Versione 2

Panoramica della nuiova struttura della cooperativa Lesignola, a Selva di Canossa

 

IL NUOVO PROGETTO

Ora c’è una nuova impresa sulla quale la comunità, gli operatori e gli ospiti sono coinvolti: auto-costruirsi, nella frazione di Selva una sede più ampia e confortevole, grazie ad un intervento architettonico con tecnologie naturali.

Grazie al progetto realizzato da Animali sociali, un’equipe di architetti che unisce diverse competenze specifiche e che con questi ragazzi sta lavorando fianco a fianco, i lavori sono già iniziati.

I nuovi spazi serviranno per riunire la comunità residenziale, per ospitare gli animali, oltre che per dare una collocazione più funzionale ad uffici amministrativi ed attività future, legate a natura e agricoltura.

Cani, gatti, galline, conigli e cavalli, due asini e un mulo, grazie al nuovo piccolo maneggio e all’aula didattica realizzata nella stalla ristrutturata, diventano ottimi e silenziosi insegnanti.

Parallelamente proseguono moltissime attività che vanno dall’educazione assistita dagli animali nelle scuole (progetto che ad oggi ha coinvolto 4.000 bambini), corsi di formazione per educatori ed insegnanti, progetti di riabilitazione equestre, inserimento lavorativo  “protetto” per i ragazzi inseriti nella comunità e campi estivi.

 

Il gruppo di professionisti che manda avanti tutte queste realtà  è coadiuvato anche da tanti altri sostenitori: don Eugenio Morlini e la parrocchia di San Bartolomeo, Gabriella Magnani, Alessandro Lodolo D’Oria, Fondazione Manodori, Fondazione Maramotti, Antonio Cioccolani, Padana Tubi, Smeg, Torreggiani Termoidraulica, Bertani Termoidraulica, Righi Impianti elettrici, Olivi Serramenti, Ceag, Cir e Marella.

Molto rimane però ancora da fare, per chi volesse maggiori informazioni o far pervenire il proprio contributo, questi sono i riferimenti: Cooperativa Sociale Laboratorio Lesignola, via Roncovetro, 30 a Canossa (RE).

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *