Omicidio Montruccoli, 20 anni all’albanese Ikaj e 6 al complice Daniel Tufa
Smontata la tesi della legittima difesa, ma il pm aveva chiesto due ergastoli

12/5/2017 – L’albanese Fatmir Hikaj, 30 anni,  è stato condannato a 20 anni di reclusione per l’omicidio di Marco Montruccoli e il tentato omicidio del fratello Matteo. Il complice Daniel Tufa, 29 anni, è stato condannato a 6 anni per il solo tentato omicidio di Matteo. La sentenza è stata emessa alle 18,30 dalla corte d’Assise di Reggio Emilia presieduta dal giudice Dario De Luca , dopo quattro ore di Camera di consiglio. Il dispositivo prevede anche altre misure cautelari a carico dei due.

Il pubblico ministero Maria Rita Pantani aveva chiesto l’ergastolo per entrambi, ritenuti coautori di un omicidio particolarmente efferato.

La Corte tuttavia ha riconosciuto a entrambi l’attenuante della provocazione, mentre ha escluso la responsabilità di Tufa nell’omicidio di Marco Montruccoli, ucciso con ben quindici coltellate inferte da Hikaj anche quando la vittima eraa terra  esanime, condannandolo solo per il tentato omicidio di di Matteo.

Si tratta comunque di una vittoria per l’accusa e per le parti civili (rappresentate dagli avvocati Giovanni Tarquini, Francesca Guazzi e Marco Fornaciari) in quanto il Tribunale del Riesame aveva dichiarato che Hikaj e Tufa aveva agito per legittima difesa. Tant’è vero che erano trattenuti in stato di detenzione  non per il delitto, bensì per il tentato omicidio di Matteo Montruccoli. Ora, con questa sentenza, resteranno in carcere. I due albanesi sono difesi dall’avvocato Carlo Taormina.

L'avvocato Giovanni Tarquini

L’avvocato Giovanni Tarquini

Marco Montruccoli, imprenditore edile, fu trucidato nell aprile 2014 a Forche di Puianello, nella casa del fratello, dove era in corso una riunione con Hikaj e Tufa, poi condannati per traffico di droga. Matteo, in affari con loro, era stato più volte pestato dai due albanesi, e per questo Marco Montruccoli volle essere presente per difenderlo. Nel corso di una una lite, Hikaj infierì sulla vittima con quindici coltellate e lo stesso Matteo Montruccoli fu salvato in ospedale. Dopo il fatto di sangue gli albanesi fuggirono dall’Italia con l’aiuto di una rete di trafficanti, e furono catturati due mesi più tardi nei pressi di Hannover, in Germania.

L’ Assise di Reggio Emilia ha condannato inoltre HIKAJ al risarcimento danni alle parti civili, da determinarsi in giudizio separato. ha comunque concesso provvisionali immediatamente esecutive, quali anticipi,  di 5 mila euro a favore di Matteo Montruccoli, di 50 mila euro a favore dei genitori Mario Montruccoli e Mara Guidetti, di 150 mila euro a favore di Veronica Pignoli in proprio e per i figli Massimiliano e Melissa Montruccoli, di 8 mila euro a Martina Montruccoli, di 50 mila euro a Barbara Tassoni quale genitore di Noemi Montruccoli.

Daniel Tufa è stato condannato al risarcimento danni verso Matteo Montruccoli, con provvisionale quale anticipo immediatamente esecutivo di 10 mila euro.

 

 

Delitto Montruccoli: i due albanesi Fatmir Hikaj e Daniel Tufa, accusati dell'omicidio

Delitto Montruccoli: i due albanesi Fatmir Hikaj e Daniel Tufa, accusati dell’omicidio

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *