Crac cooperativi, i prestatori manifestano a Roma davanti alla Camera: partenza in pullman in piena notte

17/5/2017 – Questa notte alle 2,30 un pullmann con i soci prestatori delle cooperative fallite partirà dal piazzale del centgro sociale Pigal (nei pressi dello Statio giglio) alla volta di Roma, per la manifestazione organizzata da Federconsumatori in piazza di Montecitorio, davanti alla Camera dei Deputati. Altri partiranno in treno, altri in automobile. La manifestazione, che ha il sostegno pieno della Cgil,  ha carattere nazionale: a Roma interverranno anche prestatori di Modena, Parma , Fidenza, Piacenza, di Varese, di Udine e della Toscana. Nella giornata una delegazione incontrerà alcuni capigruppo di commissione della camera e del Senato.

Si tratta della terza iniziativa messa in piedi da Federconsumatori a sostegno delle richieste avanzate al Governo. Richieste che riguardano la fondamentale istituzione di un fondo nazionale che restituisca i risparmi perduti nelle cooperative fallite e strumenti a tutela della trasparenza e della tutela dei prestatori.  Un fondo  analogo – sottolinea il presidente di Reggio Emilia, Giovanni Trisolini –  “a quello che il Governo istituì per i risparmiatori coinvolti dal crak delle quattro banche.”

Giovanni Trisolini

Giovanni Trisolini

“Non vi solo le richieste avanzate al governo – aggiunge – ma anche quelle nei confronti della lega, alla quale si chiede equità, ovvero rendere anche a COOPSETTE ed UNIECO il 40% del risprmio perduto, come fece in passato per ORION e CMR.”

Diverse centinaia i soci che hanno aderito alle manifestazioni passate, sia in regione che in comune. Altrettanto elevata la partecipazione alle iniziative organizzate, l’ultima delle quali si è tenuta la sera del 15 maggio al centro sociale TRICOLORE.

Una sala gremita si è confrontata con parlamentari del PD e di SI, consiglieri regionali, Presidente della provincia, Sindaco Vecchi e numerosi sindaci della provincia. Federconsumatori elenca le iniziative assunte dai partiti: la mozione presentata da Giovanni Paglia di Sinistra italiana ed altri alla Camera dei Deputati; unaa ulteriore interpellanza al Ministro delle finanze e dellìEconomia, prodotta dai parlamentari del PD reggiano più altri; infine una interpellanza urgente al Senato presentata dalla Senatrice Pignedoli del PD ed altri. Naturalmente, per ragioni di copione politico, Federconsumatori si è dimenticata di citare l’interrogazione al governo del deputato Palmizio di Forza Italia, coordinatore azzurro dell’Emilia-romagna che, con un atto discriminatorio, non è stato neppure invitato all’qassemblea del centro Tricolore.  

Trisolini è comunque soddisfatto: “La novità rispetto a qualche mese fa è che abbiamo registrato, anche nell’incontro di ieri sera e dal contenuto degli atti prodotti, una sostanziale adesione alle proposte di Federconsumatori: in primis l’isituzione di un fondo per legge che restituisca il prestito perduto e l’esigenza di nuove regole di garanzie e tutele perchè quello che è accaduto in questi anni non si verifichi più”. E dichiara il classico “cauto ottimismo per l’attenzione prodotta e per le iniziative concrete avviate sino ad oggi. Ed in particolare una piena soddisfazione su due aspetti: l’alta partecipazione dei soci delle quattro cooperative ed essere riusciti a mettere in rete, in questa gravissima crisi, la società civile ed il mondo politico istituzionale”.

Questo primo risultato però non sarebbe stato raggiunto se – conclude Trisolini – la CGIL sia regionale che locale, non avesse contribuito e sostenuto la battaglia dei soci prestatori.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Pingback: Incontro con le Istituzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *