Crac continuo: il Tribunale mette il gruppo Artoni
in amministrazione straordinaria

3/5/2017 – Il gruppo Artoni è in amministrazione straordinaria: lo ha decretato il Tribunale di Reggio Emilia, che ha accolto la richiesta presentate nelle settimane scorse dall’azienza e ha nominato commissario il commercialista Sergio Beretta.
Artoni 30

L’amministrazione straordinaria, la cosiddetta legge Prodi con le successive modificazioni, a differenza del fallimento permette il proseguimento dell’attività aziendale, pur congelando i debiti, e anche di aprire i contenziosi con gli istituti di credito, come aveva fatto il commissario Bondi alla Parmalat. E’ uno spiraglio per i dipendenti del gruppo guidato sino a oggi da Anna Maria Artoni,  che nei giorni scorsi si erano visti respingere la richiesta di cassa integrazione.

Entro un mese Beretta dovrebbe presentare una relazione sul futuro dell’azienda, in cui – proprio in base alla continuità aziendale – potrebbe chiedere l’attivazione dell’ammortizzatore sociale per i dipendenti,  senza stipendio da 4 mesi. L’udienza per lo stato passivo è fissata per il 15 novembre.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. giuseppe Rispondi

    06/05/2017 alle 04:14

    Perchè Unieco non è ricorsa all’amministrazione straordinaria ? Ciò avrebbe permesso la sua continuità, avrebbe permesso di continuare gli appalti assunti e comunque salvaguardato meglio i proprii lavoratori.
    E’ ricorsa alla liquidazione coatta ( cioè forzata) solo per aver la sicurezza di avere un commissario designato dalla stessa Lega ?
    Tra l’altro con tale procedura avrebbe evitato l’immediato disastro di tutte le partecipate . Nessunolo dice ai suoi soci che era possibile questa alternativa ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *