Colpo grosso di Comet (gruppo Emak): compra per 55 milioni le idropulitrici Lavorwash

10/5/2017 – Il gruppo reggiano Emak, specializzato nella produzione di macchine per l’agricoltura e l’industria, ha perfezionato oggi  – tramite la controllata Comet-  un contratto vincolante per l’acquisizione da Zenith dell’83,1% della società Lavorwash di Pegognaga (Mantova) , che realizza strumentazioni destinate al settore delle pulizie come idropulitrici, aspiratori e lavasciuga pavimenti.

Il prezzo definitivo da riconoscere ai venditori (la  Zenith S.p.A. della famiglia Lanfredi,  la famiglia Migliari) terra’ conto della posizione finanziaria netta di Lavorwash al 30 giugno 2017, a partire da una prima valutazione intorno ai 54 milioni 800 mila euro.

Comet è a capo di un gruppo fra i principali operatori mondiali nel settore delle pompe per l’agricoltura e dell’high pressure water jetting. La controllante Emak di Bagnolo in Piano è quotata in Borsa al segmento Star.

small_Comet01

L’operazione dovrebbe concludersi ai primi di luglio. Emak potrebbe inoltre acquisire nel 2020 un’ulteriore quota del 14,7% della societa’, mentre il rimanente 2,2% rimarra’ in possesso degli attuali soci di minoranza di Lavorwash. “Questa acquisizione consentira’ di accelerare la crescita del gruppo nel segmento Pompe e High Pressure Water Jetting- sottolinea il presidente di Comet Paolo Bucchi– grazie all’ampliamento ed al completamento della gamma prodotti nel settore cleaning, offrendo maggiori opportunita’ di consolidare le quote di mercato sui clienti storici e di acquisirne di nuovi”. L’operazione, aggiunge il presidente di Emak Fausto Bellamico, “rientra nella strategia di crescita per linee esterne perseguita. Attraverso l’acquisizione di Lavorwash aggiungiamo un importante tassello alla gamma prodotti destinata al lavaggio, raggiungendo una posizione di assoluto rilievo nel panorama del settore”.

Comet è stata assistita nell’operazione da Scouting S.p.A., in qualità di advisor finanziario, da un team guidato da Marco Musiani e Filippo Bratta e composto da Elena Montibeller e Riccardo Donadel, nonché, quale advisor legale da Baldi & Partners, nella persona del name partner Francesca Baldi.

I venditori Zenith S.p.A. e famiglia Migliari sono stati assistiti dallo Studio Legale Sutich Barbieri Sutich, con un team formato dal name partner Giorgio Barbieri e dagli associates Mario Varchetta e Alessandro Nironi Ferraroni.

L’operazione fra i due gruppi italiani si basa su solidi presupposti strategici ed industriali di lungo periodo.In particolare, l’accordo offre l’opportunità a Comet S.p.A. di accelerare la crescita del proprio business nel segmento “Pompe e high pressure water jetting”, e ad un tempo consente a Lavorwash di condividere con il Gruppo Emak un percorso di sviluppo fondato su valori imprenditoriali comuni ed un orizzonte temporale di lungo periodo. Nell’operazione, la Comet ha avuto la meglio su altri competitori in lizza per l’acquisizione di Lavorwash, tra cui – secondo voci di piazza Affari – un fondo americano.

 

Be Sociable, Share!

2 risposte a Colpo grosso di Comet (gruppo Emak): compra per 55 milioni le idropulitrici Lavorwash

  1. andrea Rispondi

    11/05/2017 alle 12:41

    Una bella operazione, che, tra l’altro rafforza il territorio e le sinergie fra imprese , evitando l’intervento di strutture finanziarie che potrebbero portare l’azienda altrove. Un grazie anche a Bper che ha appoggiato l’operazione.

    • Fausto Poli Taneto Rispondi

      14/05/2017 alle 14:51

      Un applauso a Baldi, il commercialista più’ bravo di Reggio Emilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *