Camionista di Sant’Ilario muore sull’Autobrennero, bruciato nel suo tir
Giornata nera: quattro vittime sull’A 22, due reggiane

15/5/2017 – Un camionista di 61 anni residente a Sant’Ilario, Giorgio Rosi, è morto oggi pomeriggio in un incidente stradale sull’A22, l’autostrada del Brennero. L’uomo, che lavora per un’azienda di trasporti emiliana, è morto carbonizzato all’interno del suo camion.

Il tragico incidente è avvenuto ieri, intorno alle 13.30 tra i caselli di Mantova Sud e Pegognaga, in direzione Modena. Secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale di Verona Sud sembrerebbe che l’autotrasportatore sia spostato sulla destra andando però a sbattere contro il guard rail. Forse per evitare un tamponamento con un altro tir. Per l’urto il camion avrebbe preso fuoco. I soccorsi sono arrivati sul posto in maniera tempestiva, insieme ai vigili del fuoco, ma per il camionista non c’è stato nulla da fare. Sulla Brennero si sono formate lunghe code e altri tamponamenti, per cui l’autostrada è rimasta chiusa fino alle 17.30 di ieri pomeriggio.

In serata un altro reggiano è morto sulla A 22 dopo l’uscita di Modena Nord, in direzione Modena, nella sua auto schiacciata da un Tir: è un uomo di 52 anni residente a Reggio. E’ la conclusione di una giornata nera sull’Autobrennero in direzione di Modena: ben tre gli incidenti che hanno coinvolto dei Tir, quattro in tutto le vittime.

Oltre i due reggiani, altre due persone , una di 84 anni e una di 57, sono decedute sul colpo in mattinata: la loro auto è stata travolta da un autotreno, rimanendo schiacciata contro il guard rail.

Incidente

L’incidente di Pegognaga

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *