Braccio di ferro tra Gip e Riesame: portato in carcere, dai domiciliari, il commerciante trovato con 70 chili di droga

La marijuana trovata dai Carabinieri nel garage di Castelnovo Sotto

La marijuana trovata dai Carabinieri nel garage di Castelnovo Sotto

9/5/2017 – A Reggio Emilia gestiva un negozio dove commerciava al dettaglio macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura, nella sua abitazione di Castelnovo Sotto, nella bassa reggiana, invece mandava avanti una florida grossista nel settore degli stupefacenti. A scoprirlo il 4 febbraio scorso i carabinieri della compagnia di Guastalla che con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti  hanno arrestato un commerciante quarantenne, incensurato,  che dopo la convalida dell’arresto era finito ai domiciliari su disposizione del GIP i Reggio Giovanni Ghini.

Il tribunale del riesame di Bologna ha invefce accolto il ricorso della Procura reggiana e ha ha disposto per il 40enne la custodia cautelare in carcere,  dove sabato pomeriggio è stato condotto dai carabinieri di Guastalla che hanno dato esecuzione al provvedimento .

Il commerciante aveva oltre 40 chili di marjuana in vari punti della casa (salotto, armadio, frigorifero, sui pavimenti, sul tavolo della cucina), e 27,8 chili di hascisc sotto il materasso in camera da letto, oltre a 18.000 euro in contanti in una borsa da computer e un’attraezzatura completa per il confezionamento e lo smercio della droga su larga scala,  tra cui un macchinario per il sottovuoto ed uno per saldare le confezioni di cellophane, una macchina conta soldi, un bilancino di precisione, oltre 300 sacchetti di cellophane, diversi barattoli in plastica di concime, acceleratori della crescita, fertilizzanti, antiparassitari, specifici per la coltivazione della cannabis.

Il giorno successivo all’arresto, i carabinieri avevano trovato altri sei chili di marijuana in un garage in centro a Castelnovo Sotto in uso al commerciante. Nel giugno del 2015, il “grossista” aveva postato su Facebook una foto dell’angolo di una camera con un letto fatto interamente di marjuana. Sulla foto il post citava testualmente: “monolocale affittasi già ammobiliato molto confortevole….. a qualcuno interessa?”.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *