Terrorizza l’ex moglie e accoltella il suocero: napoletano di carcere

7/4/2017 – Appostato sotto casa ed armato di un coltello si è avvicinato alla macchina guidata dall’ex suocero,  con a bordo l’ex moglie ed il figlio minore. Davanti a loro ha colpito, con una coltellata diretta al volto, l’ex suocero che è riuscito in parte a schivare il fendente riparando il volto con la mano.

L’intervento della figlia, che ha spruzzato uno spray al peperoncino, ha provocato la fuga dell’ex marito violento prima dell’arrivo dei carabinieri.

E’ l’ultima aggressione di cui si è macchiato un 35enne napoletano residente a Cavriago,  arrestato dai carabinieri per lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia.

Ieri i militari  hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del tribunale di Reggio Emilia su richiesta della Procura reggiana, concorde con gli esiti investigativi dei militari cavriaghesi.

Tutto ha avuto inizio nel febbraio 2016, quando la moglie ha chiesto la separazione. Lui non si è rassegnato, e sono cominciate le violenze: maltrattamenti quotidiani,  umiliazioni, offese e minacce di morte. Ha preso a schiaffi la donna ed in una circostanza le ha messo le mani al collo come a volerla soffocare. Le ha distrutto gli abiti ed in alcune circostanze le ha impedito di entrare o  uscire di casa. La separazione e la conseguente assegnazione della casa familiare alla donna non ha posto fine alle persecuzioni: l’uomo si presentava a casa e davanti alla scuola frequentata dal figlio in orari di entrata ed uscita. In queste circostanze offendeva e minacciava  di morte l’ex moglie. Minacce anche telefoniche: “Vengo a casa e ti sparo in bocca” “Ti spello viva come un coniglio” “Ti ho fatto una promessa che ti taglio la testa” etc…

Insomma, un anno di puro terrore,  L’ultimo episodio, quello di alcuni giorni fa relativo all’accoltellamento del suocero, ha fatto scattare l’arresto.

 Controlli a tappeto in ogni campo nomade e sgombero di tutte queste aree. E’ ora di ripristinare la legalità sul nostro territorio.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *