Si spaccia per agente segreto, spilla 5 mila euro alla ragazza e sparisce
Denunciato operaio mitomane di 38 anni

15/4/2016 – Ha fatto credere alla sua ragazza di essere un poliziotto sotto copertura. Per rendere maggiormente credibile il suo racconto non solo le ha mostrato una pistola a gas, facendole credere che fosse l’arma d’ordinanza, ma ogni tanto con la ragazza in macchina si fermava davanti a una caserma dei carabinieri dove entrava facendo dicendo alla ragazza di dover ritirare degli ordini relativi a importanti servizi da svolgere.

james

Quando poi la sua fidanzata le ha chiesto 5.000 euro che le doveva l’uomo,  oltre a lasciarla, con vari stratagemmi, ha cercato di farla desistere dall’esigere la somma dovuta facendosi forte del ruolo di agente segreto.

Per questo i  carabinieri della stazione di San Polo d’Enza hanno inoltrato alla Procura reggiana una denuncia nei confronti di un 38enne della provincia di Parma, spacciatore di frottole per il proprio portafoglio, per i reati di usurpazione di titoli e sostituzione di persona.

L’uomo in realtà lavora come operaio nel settore logistico di un’importante azienda emiliana: alla ragazza ha raccontato che quella era la sua copertura.

 A un certo punto la donna raggirata, che ha 25 anni, si è rivolta ai carabinieri, che hanno accertato come il racconto della ragazza fosse veritiero. E quanto i militari sono andati a casa dell’uomo alla ricerca della pistola mostrata all’ex morosa, hanno scoperto che l’arma era una pistola a gas in libera vendita. L’uomo aveva fatto credere di essere un agente segreto anche ai parenti della ragazza.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *