Business Campovolo: la Giunta smentisce le “villette”
Ma tace sul polposo entertainment district

27/4/2017 – L’amministrazione comunale di Reggio Emilia definisce “illazioni fondate sul nulla” le affermazione della consigliera 5 Stelle Alessandra Guatteri (che ha presentato un’interpellanza proprio per chiarire la questione) e Francesco Fantuzzi di Reggio Città Aperta in merito alle voci su un piano per novemila metri quadrati di “villette” a ornamento della cosiddetta “Arena Grandi eventi” del Campovolo.  

“Come risulta dagli atti approvati dalla Giunta comunale il 13 aprile- precisa una nota di smentita diramata dalla Giunta –  sono previsti usi di servizio e terziari esclusivamente connessi alle funzioni di Arena. Non è prevista alcuna funzione residenziale collegata all’intervento dell’Arena Campovolo.

Rendering dell'arena grandi eventi: ll boulevard con l'area servizi e accoglienza

Rendering dell’arena grandi eventi: ll boulevard con l’area servizi e accoglienza

L’Amministrazione pubblica parla per atti e se negli atti non vi è traccia di quanto sostenuto da Guatteri e Fantuzzi, tale assenza è già di per sé una smentita delle loro tesi”.

Il Comune di Reggio Emilia ribadisce che “il progetto prevede la costruzione dell’Arena eventi nell’area non operativa, di un boulevard di ingresso, nonché delle strutture di servizio (ad esempio: back stage, rivendita biglietti) recuperando l’area attualmente impermeabilizzata senza il consumo di ulteriore suolo. Verrà inoltre completato il percorso ciclopedonale ad anello a servizio dei parchi Berlinguer e Rodano. Non corrispondono pertanto al vero le affermazioni riportate dalla consigliera Guatteri e dal signor Fantuzzi”.

La smentita appare tranquillizzante rispetto alla qualità del business edilizio che comunque correda il progetto del Campovolo: è evidente che nessuno andrebbe ad abitare sotto diffusori audio da milioni di watt.

E’ possibile che nel tam tam delle voci che corrono le volumetrie dell’accoglienza, come foresterie e sistemazioni alberghiere, siano diventate genericamente “villette”.  Fatto del resto comprensibile, perché  di cosa concretamente si farà nell’arena e dintorni non sono ancora disponibili – almeno per i poveri mortali – i progetti esecutivi e neppure le concessioni edilizie, nonostante il progetto abbia già ottenuto finanziamenti regionali ed europei, con corridoio privilegiato mai vista in precedenza.

Il sindaco Vecchi farebbe bene a questo punto a rendere pubblici tutti gli atti approvati in Giunta il 13 aprile, planimetrie comprese, e a sottoporli alla discussione del consiglio comunale.

D’altra parte che si profili una colata di cemento e un grosso investimento di tipo terziario e commerciale non è un’invenzione di Guatteri e di Fantuzzi. Anche se in merito il Comune continua a giocare a rimpiattino con l’opinione pubblica, è tutto scritto in  una nota dello studio Valeriani Volta del giugno 2016 .

Scriveva   lo studio: “Il 15 Aprile 2016 viene incaricato lo Studio di Architettura e Ingegneria Politecnica (www.politecnica.it) a redigere uno studio di prefattibilità per la realizzazione di un complesso di edifici atti a costituire un entertainment district in aree adiacenti alla Stazione AV Mediopadana“. Incarico “avente oggetto la verifica preliminare di conformità urbanistica, lo studio di inserimento urbanistico, la planimetria generale inserita nel contesto, la descrizione ai fini della valutazione preventiva della sostenibilità e della compatibilità paesaggistica dell’intervento, dei requisiti dell’opera da progettare delle caratteristiche e dei collegamenti con il  contesto nel quale l’intervento si inserisce, con particolare riferimento alla verifica dei vincoli interferenti sulle aree interessate all’intervento”.

Qui siamo ben oltre un pugno di villette: una mega operazione urbanistica ed edilizia che dovrà connettere stazione Mediopadana e aree contigue, zona Fiere (area Aurora) e  operazione Campovolo. Potrebbe, molto gentilmente, l’amministrazione comunale squarciare il velo anche su questi progetti, e farci sapere chi investirà e chi guadagnerà?

Pierluigi Ghiggini

Be Sociable, Share!

2 risposte a Business Campovolo: la Giunta smentisce le “villette”
Ma tace sul polposo entertainment district

  1. Carlo Menozzi Rispondi

    27/04/2017 alle 18:06

    Aspetta un attimo. Politecnica ex coop. ingegneri e architetti di Modena. Chi è stato presidente per 32 anni? Ma adesso cosa fa l’ex presidente? Forse l’Assessore all’urbanistica del comune di Modena? E chi è il responsabile del settore urbanistica del comune di Modena? Mah ….

  2. Ale Rispondi

    28/04/2017 alle 10:47

    Come al solito se le suonano e se le cantano da soli…
    Ma è mai possibile che si possano fare tutti questi intrecci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *