Marocchino clandestino si rifiuta di parlare con lui: reggiano tira fuori coltellaccio e finisce nei guai

24/4/2017  – Una lite tra due persone alla stazione di Scandiano, entrambe in attesa del trenino per Sassuolo, è degenerata costringendo i Carabinieri a intervenire e a portare in caserma i due contendenti. Un uomo di 55 anni reggiano ha tirato fuori un coltellaccio di 20 centimetri, minacciando un giovane marocchino di 25 anni, poi risultato clandestino e quindi avviato all’espulsione.

Per il reggiano è scattata la denuncia con le pesanti accuse di porto abusivo d’arma e di minaccia aggravata.

La scena di violenza è avvenuta di fronte ad   altri cittadini che hanno chiamato subito il 112. I carabinieri intervenuti sul posto hanno sequestrato il coltello  di venti centimetri di cui 10 di lama in mano al marocchino (che era riuscito a disarmare il reggiano, proprietario dell’arma)  e hanno portato i due in caserma.  Ancora al vaglio le cause del litigio, comunque risibili: pare che l’uomo armato sia andato su tutte le furie perché il magrebino non ne voleva saperne di conversare con lui.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *