Furbetti del cartellino, vergogna all’Istituto Beni Culturali: Bonaccini furioso ringrazia Striscia la Notizia e promette il repulisti

8/4/2017 – “Ho già avviato tutte le verifiche necessarie su quanto effettivamente successo, per accertare eventuali responsabilità dei singoli e di chi è chiamato a controllare. Qualora queste responsabilità venissero accertate, ne trarremo tutte le conseguenze necessarie e io come presidente sarò in prima linea su questo fronte, così come del resto è sempre successo. Adotteremo tutte le misure necessarie per colpire i colpevoli, e saremo inflessibili, non guarderemo in faccia a nessuno”.
Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, dopo  ieri pomeriggio  ha ricevuto nel suo studio Valerio Staffelli, inviato di Striscia la notizia, che gli ha mostrato registrazioni video che documentano il comportamento di “furbetti del cartellino” all’Istituto dei Beni culturali dell’Emilia-Romagna (Ibc, che è un’agenzia della Regione)). Dipendenti che appaiono entrare nel luogo di lavoro, timbrare il cartellino di presenza per poi allontanarsi dalla sede, apparentemente per attività estranee alle proprie mansioni. E quindi rientrare in sede di lavoro una volta compiute tali attività.

ibc bonaccini

Il governatore Stefano Bonaccini

E già ieri mattina, dopo alcune anticipazioni di stampa, la Regione si era attivata. “Abbiamo  inviato un esposto alla Guardia di Finanza (Polizia tributaria di Bologna, Gruppo tutela della spesa pubblica)- spiega Bonaccini-. Convocheremo il presidente, il Consiglio direttivo e il direttore dell’Ibc per essere messi a conoscenza della situazione e fare piena chiarezza su quanto sta succedendo. È stato poi attivato l’Ufficio disciplinare per fare tutti gli accertamenti necessari e prendere gli eventuali provvedimenti ai fini di legge, a partire dalla sospensione immediata. Inoltre, sarà istituito un Collegio ispettivo straordinario della Regione, esterno quindi all’Ibc, per accertare i fatti e le eventuali responsabilità. E intendiamo tutelare il buon nome e l’immagine dell’Ente e di chi ci lavora in tutte le sedi in cui sarà necessario farlo”.

Valerio Staffelli

Valerio Staffelli

“Ripeto, accerteremo quanto successo, ma voglio sia chiara da subito una cosa: certi fatti, certe abitudini, certo malcostume qui nella Regione Emilia-Romagna non è tollerato. Anche solo il pensiero che possa essere tutto vero, come le immagini di Striscia la notizia sembrano dimostrare, mi rende allo stesso tempo furioso e dispiaciuto, ma molto determinato su ciò che bisognerà fare. E voglio ringraziare Staffelli e Striscia la notizia per il loro servizio. Ma davvero- sottolinea il presidente della Regione- qualcuno di fronte a quello che abbiamo fatto dall’inizio della legislatura – tagli ai costi della politica, sobrietà e rigore la cifra di ogni nostro comportamento e della nostra azione di governo – davvero può credere che io possa tollerare simili comportamenti?”.
“Ho già informato i sindacati, che spero vogliano condividere questa nostra azione, per fare chiarezza e tutelare in primo luogo i tanti, tantissimi dipendenti e collaboratori regionali che ogni giorno contribuiscono con il loro lavoro a fare di questa regione un modello a livello nazionale e non solo. Persone- ha concluso Bonaccini- a cui diamo fiducia e che nella stragrande maggioranza dei casi viene ripagata”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *