Crac coop
Indecente il Pd che vuol passare da vittima
E’ lui il vero autore del disastro

di Giuseppe Pagliani

19/4/2017 – Il tentativo del Pd e di Costa di voler partecipare come vittima al funerale delle coop edili reggiane liquidate è una delle peggiori sceneggiate che la politica locale possa rappresentare. È l’attestazione di una falsità militante che i reggiani tutti ed i lavoratori e soci delle cooperative non possono accettare.

Per decenza morale e dignità la sinistra ed il Pd devono astenersi da qualsiasi esternazione, essi sono la causa della fine di questo sistema di favori e di incompetenze manageriali che ha causato il dissesto dell’intero comparto.

Una manifestazione dei soci Coopsette davanti alla sede di Legacoop

Una manifestazione dei soci Coopsette davanti alla sede di Legacoop

Le cooperative hanno ricevuto ogni tipo di attenzione e privilegio possibile dalle amministrazioni locali reggiane, e tanti amministratori locali erano dipendenti in aspettativa delle cooperative “rosse” durante i mandati amministrativi, per poi tornare abilmente nei posti lasciati anni prima appena terminati i mandati elettorali o la scadenza di nomine politiche.
Grande assente in questo sistema di porte girevoli e di scambi di poltrone tra partito PCI-PDS-Ds-Pd e grandi cooperative “rosse” reggiane è la competenza, per anni è bastato per i dirigenti avere solide protezioni politiche nel partito, trascurando risultati e preparazione professionale, per potersi garantire la guida dei colossi cooperativi e stipendi da ricchi dirigenti.

Andrea Costa. segretario del Pd reggiano, abbracciato a Matteo Renzi

Andrea Costa. segretario del Pd reggiano, abbracciato a Matteo Renzi

Qui si entra nell’ambito dell’amoralità, si sono sfruttati per anni gli ideali cooperativistici e mutualistici di tanti soci lavoratori per costruire carriere indebite e per svuotare le casse delle cooperative stesse, crollate come birilli con il perdurare della crisi economica, è quel che è più vergognoso, senza alcun controllo di Lega coop, si sono lasciate centinaia e centinaia di soci lavoratori in condizioni pesantissime finanziariamente.

Giuseppe Pagliani

Giuseppe Pagliani

Vi sono migliaia di aziende fornitrici che dovranno chiudere o falliranno a causa dei crediti non ricevuti, i soci risparmiatori non vedranno più i loro risparmi, il comparto edile reggiano è compromesso per i prossimi 15 anni, ed il segretario Costa del Pd cerca di manifestare la propria indignazione per questo degrado economico e finanziario cooperativo, questa posizione di comoda denuncia di eventi dei quali la sinistra è completamente colpevole è ridicola.

Chiunque sa che il Pd è autore di questo disastro che ha tentato di nascondere sin dal crollo della cooperativa muratori Reggiolo di alcuni anni fa.

Condividi

Una risposta a 1

  1. Ale Rispondi

    21/04/2017 alle 09:39

    Luridi dalle tasche piene!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *