Altri “profughi” nel centro caldo di Reggio

26/4/2017 – Il Prefetto Ruberto aveva assicurato che i migranti sarebbero stati decentrati nei Comuni della provincia e non più solo nel centro di Reggio Emilia , ma al momento sono le solite zone ad ospitare i nuovi arrivi.
Una promessa disattesa secondo i cittadini del Popol Giost  – il quartiere di via Roma – che hanno appreso, nel tam tam di strada, che nei giorni scorsi, in accordo con la Prefettura, sono stati affittati tre appartamenti di via Ferrari Bonini alla “Dimora d’Abramo”, cooperativa socia del Consorzio Oscar Romero.
I locali, poco distanti dal Cenacolo Francescano e ora in fase di ristrutturazione, secondo indiscrezioni raccoglieranno quindici nuovi richiedenti asilo.
Il fatto non è certo passato inosservato agli abitanti dell’area, e vi è un’inquietudine diffusa per l’arrivo di possibili nuove minacce al nucleo residenziale, anche se nessuno prende ufficialmente posizione, per ora.
Via Roma è infatti un quartiere che cerca di elevarsi, buttandosi alle spalle la reputazione di zona problematica e sfruttando le differenze come nuove basi su cui lavorare, e che combatte attivamente la microcriminalità con incontri ed eventi.

Via Ferrari Bonini: il museo dei Cappuccini

Via Ferrari Bonini: il museo dei Cappuccini

Una serie di iniziative volte alla convivenza civile in un luogo vessato dai fatti di cronaca: dalla pagina Facebook dedicata alla via si legge infatti che nel mese di maggio ci saranno 70 mostre aperte nell’ambito di Fotografia Europea 2017, e la collettività è molto attiva nel nuovo progetto dell’Ortoparco, l’orto condiviso nel Parco Santa Maria.
La preoccupazione generale ha subito attivato il Comitato Cittadini di Via Roma, che è attualmente in contatto con l’amministrazione comunale per organizzare al meglio le procedure d’accoglienza.
Ricordiamo che solo qualche settimana fa, in zona stazione, venne organizzata una fiaccolata (dal Comitato Reggio Est Sicura) per dire “no” all’insediamento di nuovi stranieri.  (f.p.)

(DALLA VOCE DI REGGIO EMILIA )

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *