Vandali per noia: presi in poche ore anche i responsabili del raid alle elementari di Poviglio

I carabinieri hanno preso anche i vandali che hanno danneggiato  la scuola elementare De Sanctis di Poviglio.

se a Cadelbosco, dove i danni alla scuola media sono stati di gran lunga più gravi, i responsabili sono tre minorenni, uno dei quali di soli 13 anni, a Poviglio sono finiti nei guai due giovani del paese di vent’anni, di famiglie normali, denunciati  per concorso aggravato. Immortalati nei file della videosorveglianza comunale, quando sono stati convocati in caserma sono sbiancati e hanno subito confessato, dichiarandosi pentiti e di aver agito così perché non avevano niente da fare.

I carabinieri sono risaliti a loro in poche ore. Nel loro raid, avevano scaricato nei pavimenti  degli estintori, buttato a terra nelle aule rifiuti e disegni dei bambini, lasciato il segno con improperi e bestemmie scritti nelle lavagne.

Un'aula della media di Poviglio dopo il passaggio dei vandali

Un’aula della media di Poviglio dopo il passaggio dei vandali

Il comandante Provinciale dei Carabinieri di Reggio Emilia, Colonnello Antonino BUDA, ha espresso il suo plauso ai Carabinieri della stazione di Poviglio che, come avvenuto di recente a Cadelbosco Sopra in poche ore hanno assicurato alla giustizia in responsabili. “L’azione dei Carabinieri di Poviglio che hanno svolto le indagini – ha detto – è stata condotta con professionalità non disgiunta dalla determinazione di voler assicurare subito i responsabili del grave atto vandalico. Desidero anche – ha continuato Buda – ringraziare il Sindaco e l’amministrazione comunale di Poviglio per il prezioso contributo investigativo giunto dalle telecamere di videosorveglianza comunale che ci hanno consentito di acquisire importanti elementi investigativi che incrociati con altre telecamere del paese hanno permesso ai carabinieri di Poviglio di identificare i responsabili del raid vandalico”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *