Sala del Tricolore, si discute la sfiducia alla presidente Caselli
“Il Pd la salverà turandosi il naso”

20/3/2017, primo giorno di primavera -Dopo diversi rimpalli, caratterizzati dal filibustering del Pd,  approda oggi in Sala del Tricolore la  mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni nei confronti della presidente del Consiglio comunale di Reggio Emilia Emanuela Caselli.

“La Presidente Caselli non si è mai dimostrata imparziale ed all’altezza del ruolo – scrivono, annunciando  l’evento,  il capogruppo  Giuseppe Pagliani e il consigliere Nicolas Caccavo di Forza Italia- Ad ogni consiglio comunale vi sono errori su errori che la stessa compie creando insofferenza anche tra i consiglieri del PD, tanti dei quali saranno obbligati a votare per salvarla in aula, ma che di certo non la amano”.

emanuela-caselli

Nondimeno “abbiamo assistito a tentativi di ogni genere messi in campo dal PD per evitare questa imbarazzante discussione, boccando un ODG, slittando la discussione, dichiarando per due volte un nostro documento inammissibile: prima si è censurata la discussione con grande determinatezza poi, con un tentativo di approfondimento e mediazione della consigliera Maura Manghi, di togliere di mezzo questa brigosa discussione”.

E oggi – aggiungono gli azzurri – “decideremo in diretta anche le regole di votazione, aspetto questo che disturba il Pd che teme qualche voto disomogeneo del centrosinistra oggi allargato ad un nuovo gruppo consiliare. Noi con determinazione chiederemo il voto segreto della mozione per favorire una libertà di coscienza che di certo non favorisc”e la Presidente Caselli. La guida di un consesso istituzionale richiede, a nostro avviso, ben altri requisiti in termini di attenzione, gentilezza, disponibilità, competenza ed imparzialità

Ricordano Pagliani e Cacavo che – “figure come l’avvocato Romano Corsi rappresentavano una garanzia per maggioranza ed opposizione e per competenza risultavano insuperabili, qui siamo ad anni luce di distanza ed il giudizio politico sulla vicenda è già un risultato eccezionale per l’opposizione reggiana che con coraggio ha portato avanti una battaglia di democrazia istituzionale”.

Pertanto “la Presidente Caselli verrà salvata dal soccorso “rosso” dei consiglieri che si dovranno turare il naso e votare contro la mozione di sfiducia”, ma “rimarrà una Presidente del Consiglio a metà per tutto il resto della consigliatura, l’opposizione non la considererà mai imparziale ed adeguata a tutelare i diritti di tutte le parti nel consesso comunale reggiano. Un precedente che è già un giudizio negativo inesorabile”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *