Molotov contro suv di un medico di Scandiano: presi attentatori e mandante calabrese

24/3/2017 – Presi i tre esecutori e il presunto mandante dell’attentato subito poco più di un anno fa  da un medico di Scandiano, che si era visto lanciare due molotov contro il suo suv.
Dietro all’attentato dell’anno scorso vi sarebbe un calabrese di 60 anni, che avrebbe agito per vendetta personale contro il medico, che era anche suo ex vicino di casa. Sarebbe stato quest’uomo dunque a “ordinare” a tre complici l’incendio doloso, che ha visto dare alle fiamme la Nissan Qashqai di proprietà del medico. Questo il grave atto intimidatorio orchestrato da un 60enne calabrese abitante a Scandiano, nel comprensorio ceramico reggiano.
I carabinieri scandianesi sono risaliti al mandante dopo identificato i presunti tre autori materiali dell’incendio. Fermati il 60enne calabrese e 3 cittadini nordafricani (un 40enne e un 26enne abitanti a Scandiano ed un 25enne abitante a Reggio Emilia) tutti chiamati a rispondere del reato di concorso in incendio doloso.
La notte del 27 febbraio 2016  l’autovettura in questione veniva data alle fiamme con due bottiglie incendiarie, una scagliata nella parte posteriore e l’altra innescata nella parte anteriore. L’allarme è stato lanciato intorno alle 2 di notte dalla vittima
Le indagini successivamente hanno permesso di concentrare sui tre stranieri individuati grazie al sistema di videosorveglianza a circuito chiuso di una stazione di servizio, immortalati mentre poco prima dell’atto criminoso riempivano alcune bottiglie con della benzina. Una prima svolta che nei mesi successivi ha visto i carabinieri acquisire incontrovertibili elementi di responsabilità nei confronti dei tre stranieri autori materiali dell’incendio. Le indagini sono continuat e per mesi sino a quando  i carabinieri non sono risaliti al mandanteche potrebbe aver agito per vendetta. Sono tutti accusati di concorso di concorso in incendio doloso.

(DALLA VOCE DI REGGIO EMILIA)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *