Ladri vandali devastano le elementari di Cadelbosco Sotto: scuola chiusa
Rubati dieci computer, aule danneggiate, fotocopiatrice giù dalle scale

6/3/2017 – Assalto vandalico di una gravità senza precedenti,  nel fine settimana, alla scuola elementare di Cadelbosco Sotto: i delinquenti hanno rubato una decina di computer e hanno provocato  tanti danni da costringere a chiudere la scuola nella giornata di oggi.

Oltre al furto, i malviventi  hanno danneggiato diverse aule, lavagne multimediali e una grossa fotocopiatrice lanciata giù dalle scale, con il toner cosparso negli ambienti.

Sul posto oltre ai carabinieri di Cadelbosco di Sopra, è intervenuto a coordinare le indagine il maggiore Luigi Regni, comandante della compagnia di Guastalla: i carabinieri intendono assicurare alla giustizia i responsabili e per questo “scenderanno in campo con tutte e tecniche investigative possibili”

. Sul posto sono state rilevate anche delle impronte destinate al RIS di Parma, per cercare di trovare anche in sede scientifica una svolta alle indagini in corso per i reati di furto e danneggiamento aggravati.

Il caso ha suscitato sconcerto e indignazione non solo a Cadelbosco. Anche la Cna di Reggio Emilia ha espresso la propria condanna.

LA CNA: GESTO INFAME CONTRO I BAMBINI

“CNA Reggio Emilia e CNA Pensionati Reggio Emilia esprimono piena solidarietà e sostegno ai dirigenti della scuola primaria di via Marconi a Cadelbosco Sopra e all’intera comunità, per gli ingenti danni subiti nel corso del weekend al seguito dei quali c’è stata la chiusura dell’istituto.

La condanna unanime da parte dell’Associazione e del sindacato dei pensionati di CNA per l’ennesimo grave atto vandalico, è ancora più forte considerando che è stato commesso ai danni di bambini innocenti che hanno visto leso il diritto all’istruzione.

L’auspicio è quello di individuare al più presto e punire i responsabili di un gesto becero con l’aggravante di aver distrutto, oltre che derubato, un luogo “sacro” per i bambini e le loro famiglie”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *