Frode Grana Padano-Parmigiano, i parlamentari 5 Stelle: “La magistratura vada sino in fondo”

22/3/2017 – “Frode del formaggio, la magistratura deve andare a fondo nell’inchiesta sull’utilizzo di residui antibiotici per lavorare Parmigiano Reggiano e Grana Padano. Non è accettabile che il buon nome e la qualità e la tipicità del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano vengano messe in discussione da azioni che sarebbero state compiute anche dall’ex presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano Giuseppe Alai (indagato per abuso d’ufficio) e aziende e imprenditori reggiani, mantovani e fiorentini che dovrebbero garantirne invece la massima tutela”. Lo affermano l’eurodeputato M5S Marco Zullo, la parlamentare reggiana M5S Maria Edera Spadoni con i colleghi iMassimiliano Bernini ed Elena Fattori insieme consiglieri regionali M5S di Emilia Romagna e Lombardia Gian Luca Sassi e Iolanda Nanni,  a proposito dell’inchiesta della procura di Reggio Emilia su Grana Padano e Parmigiano Reggiano che vede indagate 27 persone,di cui 12 per associazione a delinquere.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *