Settanta donne reggiane ammazzate dai partigiani
Paolo Pisanò e Elena Bianchini Braglia raccontano una strage non riconosciuta

10/3/2017 – “Le donne reggiane uccise dai partigiani reggiani” è il titolo di una conferenza controcorrente organizzata odall’associazione Pietro e Marianna Azzolini e dal Centro studi Italia. L’appuntamento è sabato 11 marzo alle 16 all’Albergo delle Notarie di Reggio Emilia (via Palazzolo, da piazza Prampolini) con un’ospite di primo piano: il giornalista e storico  Paolo Pisanò che col fratello Giorgio ha scritto  “Il Triangolo della morte” , il primo libro dedicato alla strategia stragista perseguita dai partigiani comunisti nei giorni della Liberazione e nel primo dopoguerra. Con Pisanò dialogherà la scrittrice Elena Bianchini Braglia, autrice di un romanzo storico sulla figura di Marianna Azzolini seviziata e stuprata dai partigiani in una terribile prigionia. Introduce Luca Tadolini del Centro studi Italia che ha anche diffuso l’elenco di decine e decine di donne uccise: molte di più furono quelle  torturate e violentate senza pietà, ma sopravvissute al supplizio.

calvario rosso

Calvario Rosso, il libro di Elena Bianchini Braglia sulla vicenda di Marianna Azzolini

“Se c’è ancora un tabù sulla violenza contro le donne,  questo riguarda le violenze compiute dai partigiani sulle donne nel 1943/1945 – scrive Tadolini Nella Provincia di Reggio Emilia furono oltre SETTANTA (segue elenco) le donne uccise dai partigiani e molte di più quelle seviziate, ma sopravvissute.

Come Marianna Azzolini di Vetto, cui è dedicata l’Associazione culturale che promuove l’incontro di Sabato 11 Marzo”. O come la povera Paolina Viappiani, che ebbe un figlio da un comandante partigiano, e che fu prelevata proprio dai garibaldini a Bibbiano nel marzo 1945 e trucidata a Cernaieto nei giorni della Liberazione.

“Inutile dire che alle donne vittime della violenza partigiana le istituzioni non hanno mai consentito un cenno – aggiunge lo storico reggiano – Si è sempre data per buona la spiegazione fornita dalle formazioni staliniste che si trattava di “giustizia partigiana”.ni

Così a fianco del mito della “staffetta” ed “informatrice” partigiana, si è sempre taciuto di quelle donne di Reggio Emilia che diedero la loro giovinezza e la loro vita dall’altra parte della barricata, finendo trucidate e spesso violentate da uomini della stessa terra che commettendo queste atrocità usurpavano con la forza il termine di “liberatori”.

L’ELENCO DELLE DONNE REGGIANE AMMAZZATE DAI PARTIGIANI

1. BARCHI BENEDETTA 10 MAGGIO 1945 BAGNOLO IN PIANO

2. BARBIERI ANNA 26 OTTOBRE 1944 BAISO

3. GHERARDI GHERARDA 31 MARZO 1945 BAISO

4. GIROLDINI LINA BIBBIANO

5. VIAPPIANI PAOLINA 24 APRILE 1945 CERNAIETO CASINA

6. CATTANI RINA MARZO 1945 BRESCELLO

7. DALLARI DURI SILVIA 7 APRILE 1945 CADELBOSCO SOPRA

8. GHISI CAFARRI ALDA 15 GIUGNO 1944 CADELBOSCO SOPRA

9. IOTTI MARIANNA 28 GIUGNO 1945 CADELBOSCO SOPRA

10. PAGLIARINI MELLI ANNA 15 MAGGIO 1945 CADELBOSCO SOPRA

11. ROCCO OLIVETTI ALBA 11 GENNAIO 1945 CADELBOSCO SOPRA

12. TUGNOLI LIA 29 APRILE 1945 CADELBOSCO SOPRA

13. BASSOLI ANNA 22 MARZO 8 GENNAIO 1945 CAMPAGNOLA

14. BOCEDI BIZZARRI MARIA 28 APRILE 1945 CAMPAGNOLA

15. CAVAZZINI MARIA 8 APRILE 1945 CAMPAGNOLA

16. GHIDINI MARIA DOMENICA 10 MARZO 1945 RIO SALICETO

17. MACCAGNANI PIERINA 16 MARZO 1945 CAMPAGNOLA

18. NICOLINI MARISA 10 MARZO 1945 RIO SALICETO

19. OLMI ALBERICE 20 DICEMBRE 1944 CARPINETI

20. ORVIETI DOMENICA 24 GENNAIO 1945 VILLA MINOZZO

21. VENDER TERSILIA VALESTRA

22. ROSSI LOTTI ENRICHETTA 15 MARZO 1945 FOGLIANO

23. ALESSANDRINI SANDRA 20 LUGLIO 1944 CASTELLARANO

24. MANINI MARZIA 29 OTTOBRE 1944 CASTELLARANO

25. RUBBIANI ELISA 20 LUGLIO 1944 CASTELLARANO

26. FERVORARI ELIE 1 GIUGNO 1946 CASTELNUOVO SOTTO

27. FERVORARI MARIA 1 GIUGNO 1946 CASTELNUOVO SOTTO

28. BACCARANI GIBERTINI MARINA BERNARDINA CIANO D’ENZA

29. FERRETTI CLEMENTINA 30 LUGLIO 1944 COLLAGNA

30. BERGAMASCHI MARIA 4 MARZO 1945 CORREGGIO

31. GIULIANI INES 16 DICEMBRE 1944 CORREGGIO

32. RABITTI RUSTICHELLI EMMA 1 MAGGIO 1945 CORREGGIO

33. FOLLONI SORAGNI GINA 6 MAGGIO 1944 GUASTALLA

34. IEMMI VILMA GUASTALLA

35. IEMMI LINA GUASTALLA

36. FASAN DINA 17 APRILE 1945 VILLA MINOZZO

37. BENATTI MARIA  22 MAGGIO 1945 LUZZARA

38. MELLINI ANNABICE 23 MAGGIO 1945 LUZZARA

39. IGNOTA  9 GENNAIO 1944 NOVELLARA

40. RITONDO ADA IN MARMIROLI 24 APRILE 1945 NOVELLARA

41. FILIPPI COSTI MARIA 6 LUGLIO 1944 RAMISETO

42. BALBONI RINA 24 APRILE 1945 REGGIO EMILIA

43. BUSANI FILOMENA 6 OTTOBRE 1944 REGGIO EMILIA

44. CIGARINI BERTANI ONESTA 16 FEBBRAIO 1945 CODEMONDO REGGIO EMILIA

45. COCCHI MAFALDA 20 NOVEMBRE 1944 REGGIO EMILIA

46. COLOGNESE ESTERINA 25 APRILE 1945 REGGIO EMILIA

47. DODI MARIA 17 GIUGNO 1944 REGGIO EMILIA

48. GUIDETTI MARCELLA 12 FEBBRAIO 1945 REGGIO EMILIA

49. MIARI CARMELITA 25 APRILE 1945 REGGIO EMILIA

50. MOSCA FEDORA  NATA SANNA REGGIO EMILIA

51. ORLANDINI AMELIA PAOLA 19 DICEMBRE 1944 VILLA SESSO REGGIO EMILIA

52. ORLANDINI BENITA 19 DICEMBRE 1944 VILLA SESSO REGGIO EMILIA

53. PIGOZZI ARGIA  PORTA BRENNONE REGGIO EMILIA

54. PIOLI LOMBARDI ARGENTINA 1944 REGGIO EMILIA

55. SPAGGIARI LEA 12 MAGGIO 1945 COVIOLO REGGIO EMILIA

56. TAGLINI ORTENSIA 18 MAGGIO 1945 REGGIO EMILIA

57. BURANI LUIGIA 29 MARZO 1945 SAN POLO D’ENZA

58. CORBELLI ZEFFERINA 22 SETTEMBRE 1944 SAN POLO D’ENZA

59. MONTANARI DESTRA 1944 GRASSANO SAN POLO D’ENZA

60. SPAGGIARI ROSETTA 1944 GRASSANO SAN POLO D’ENZA

61. VILLA GINA 16 FEBBRAIO 1945 SAN POLO D’ENZA

62. BAROZZI MANGANELLI EMMA 20 OTTOBRE 1944 SCANDIANO

63. CATTANI TOGNOLI CLOTILDE 4 MAGGIO 1944 SCANDIANO

64. GANASSI GINA 1 GENNAIO 1945 SCANDIANO

65. MORETTI MARZIA 29 OTTOBRE 1945 SCANDIANO

66. ROSSI SPADONI MATILDE 1 GENNAIO 1945 SCANDIANO

67. SACCHI BICE 1 GENNAIO 1945 SCANDIANO

68. SARTORI ROSALINDA 25 OTTOBRE 1945 SCANDIANO

69. MOTTI MONTECCHI ROSA 18 FEBBRAIO 1945 VEZZANO

70. SIMONELLI EMMA 17 MARZO 1945 VEZZANO

71. FRANCESCHI ANNA ALBERTINA 12 MARZO 1945 VIANO

72. FRANCESCHI CAMELLINI IRMA 12 MARZO 1945 VIANO

73. GIANGOLINI BIANCA BERTOLINI SAN GIOVANNI DI QUERCIOLA VIANO

Inviato da iPhone*

Condividi

3 risposte a Settanta donne reggiane ammazzate dai partigiani
Paolo Pisanò e Elena Bianchini Braglia raccontano una strage non riconosciuta

  1. orlandini sonia Rispondi

    15/02/2018 alle 20:55

    2 di queste donne erano mie zie che purtroppo non ho mai conosciuto

  2. Mariarita Ferrari Rispondi

    25/04/2019 alle 14:45

    Maria Bocedi era mia nonna, aveva,27 anni è stata prelevata da casa insieme al marito davanti agli occhi di due figli di 6 e 8 anni
    Se
    (nonno Antonio)

  3. Mariarita Ferrari Rispondi

    25/04/2019 alle 14:46

    Maria Bocedi era mia nonna, aveva,27 anni è stata prelevata da casa insieme al marito ( mio nonno)davanti agli occhi di due figli di 6 e 8 ann

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *