Bper compra a un euro la Cassa di Ferrara

2/3/2017 – Banca Bper compra Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara dal Fondo nazionale di risoluzione. Lo annuncia l’istituto modenese-reggiano guidato da Alessandro Vandelli, in una nota, prevedendo un “impatto marginale” sul coefficiente di capitale Cet1 fully loaded della banca.
“Sono molto soddisfatto del prossimo ingresso di Nuova Carife nel nostro gruppo bancario”, afferma l’Ad Vandelli nella nota sull’acquisizione della quarta ‘good bank’ (le altre tre sono state acquistate da Ubi). “L’operazione – spiega – ha una spiccata valenza industriale e ci consente di aumentare le nostre quote di mercato in una provincia, Ferrara, all’interno della nostra regione storica di influenza, dove la penetrazione risulta inferiore alla media delle altre province”.

Alessandro Vandelli, a.d. Bper

Alessandro Vandelli, a.d. Bper

Nuova Carife sarà acquisita a un prezzo di 1 euro e con un patrimonio netto di gruppo pari ad almeno 153 milioni, dopo aver effettuato accantonamenti addizionali a fondi rischi e rettifiche a componenti dell’attivo, anche ad esito della due diligence condotta da Bper Banca, stimati pari 215 milioni euro complessivi, afferenti la cessione degli npl, gli esodi del personale, gli oneri di migrazione informatica, i costi per l’integrazione della rete degli sportelli Carife in Bper, i rischi legali, e uno specifico impairment sul valore di titoli afs e asset immobiliari.

Bper sottolinea che “i rischi dell’operazione sono contenuti e limitati”.

“A garanzia degli impegni d’indennizzo assunti contrattualmente dal venditore sarà costituito da BPER Banca un deposito vincolato (“escrow account”) nel quale confluiranno, sino al 31 dicembre 2022, tra l’altro,  l’eventuale differenza positiva tra il patrimonio netto al closing di Nuova Carife e il Patrimonio Target e il 30% delle DTA da perdite fiscali pregresse che saranno effettivamente utilizzate da BPER Banca (“profit sharing”)”.
Inoltre “sulla base della situazione patrimoniale di Nuova Carife alla data di riferimento, BPER Banca verificherà che non sussistano le seguenti condizioni (al ricorrere delle quali BPER Banca avrà diritto di recedere dal contratto di acquisto):  uno scostamento negativo maggiore del 5% del patrimonio netto di Nuova Carife rispetto al Patrimonio Target, ovvero  una riduzione maggiore del 20% degli impieghi o della raccolta complessiva rispetto alla loro consistenza al 31 dicembre 2016 ovvero  una c.d. MAC (“material adverse change”)”.
Infine “il contratto prevede un set di dichiarazioni e garanzie rilasciate dal venditore secondo la prassi di mercato che consente di minimizzare i rischi per Bper Banca”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *