Blitz di “Striscia la Notizia” tra il popolo intossicato di via Talami

1/3/2017 – L’inquinamento provocato dai treni in accensione a Santa Croce diventa un caso nazionale attraverso Striscia la Notizia. Chiamata dal Comitato S. Croce che da anni si batte contro le emissioni puzzolenti dei locomotori diesel e il rumore provocato dai convogli ferroviari dello stabilimento di via Talami,  è calata in città la troupe del magazine tv più seguito d’Italia.

I treni nella zona di via Talami: la stazione rifornimento diesel

I treni nella zona di via Talami: la stazione rifornimento diesel

E’ stato il mago Casanova in persona a registrare le condizioni dei cittadini della zona residenziale di via delle Argonne, via Cefalonia, Via Spani, Via Adua e zone limitrofe, costretti quotidianamente a convivere con questo tipo di inquinamento. Il Mago ha intervistato i cittadini a contatto con la ferrovia e, nel verde dei giardini pubblici, la presidente del Comitato per i problemi in materia ambientale, l’avvocato Raffaella Pellini, ha illustrato tutta la storia e le vicende legate a questo caso a partire dal 2014 (quando la situazione, secondo il comitato,  è diventata talmente grave da mettere a repentaglio la salute dei residenti).

Il Mago Casanova in piazza Prampolini a Reggio Emilia

Il Mago Casanova in piazza Prampolini a Reggio Emilia

Le immagini tra gli alberi e le statue dei Giardini hanno fatto da contrasto a quelle della zona “incriminata dei treni che stazionane per ore in accensione. Casanova si è poi recato in Municipio a chiedere spiegazioni all’assessore alle infrastrutture (ma anche all’ambiente) Mirko Tutino e ha garantito che ritornerà a maggio per verificare se la situazione è davvero migliorata. Chissà se sarà necessaria una magia del Mago Casanova per risolvere il caso dopo tanti incontri e tavoli vari con amministratori, locali, regionali, Fer e Ausl ?. Il servizio di Striscia la notizia andrà in onda i prossimi giorni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *