Affare Lime Theater, Saccardi critica il Pd e silura De Franco: “Mi sembra un po’ confuso”

5/3/2017 – «Chiedo conto politicamente a Lanfranco De Franco del documento che ha presentato in consiglio insieme ai 5 Stelle sul Lime Theater. Perchè De Franco mi è sembrato parecchio confuso»,
Il primo siluro che parte dal Pd nei confronti di un esponente scissionista approdato all’Mdp di Rossi e Bersani,  porta la firma di Pierluigi Saccardi, consigliere comunale e provinciale di antica osservanza democristiana, e oggi lettiana.
Un attacco su una questione che divide il Pd e mobilita il mondo della cultura reggiana, una pillola esplosiva lanciata alla vigilia della conferenza stampa in cui lunedì lo stesso De Franco, Silvia Prodi, il vicesindaco Sassi e Mirko Tutino presenteranno il gruppo consigliare del Movimento Democratici Progressisti e l’assetto organizzativo in città e in provincia.

Pierluigi Saccardi

Pierluigi Saccardi

A Pierluigi Saccardi non va proprio giù quel documento che ha impegnato il sindaco Vecchi a convocare un tavolo tra la cooperativa la Bussola, che da gennaio ha assunto la gestione delle Fiere in liquidazione assumendosi oneri valutabili sui duecentomila euro compresi quelli per quattro dipendenti, e la Medials Live di Meglioli che ha inventato il Lime Theater,  lo ha installato a tempo nel padiglione D di via Filangieri in base a un accordo con Fieremilia (il gestore precedente)  e lo ha portato in poche settimane a un successo strabiliante.
Tavolo per caldeggiare un accordo tra le due parti oggi in trincea: una che rivendica dal  liquidatore il padiglione libero, l’altra che sostiene di avere raggiunto un accordo con la Bussola e non ci pensa nemmeno lontanamente ad andarsene.

Lanfranco De Franco

Lanfranco De Franco

E’ bene avvertire che Pierluigi Saccardi fa parte del consiglio di amministrazione della Bussola, quindi in qualche modo è parte in causa. Infatti al momento del voto è uscito dall’aula «per evitare strumentalizzazioni». D’altra parte i supporter di una parte o dell’altra attraversano in modo trasversale il Pd, che con la sua astensione ha permesso l’approvazione del documento 5 Stelle-De Franco (ancora formalmente nel gruppo Pd). Insomma, ha tutta l’aria di un affare interno alla sinistra, se non ci fosse in ballo una pesante “opzione culturale”, per dirla come  i francesi, che va ben oltre la politica politicante.
Nondimeno, dal punto di vista politico, Saccardi sulla vicenda Fiere può permettersi di guardare tutta la sinistra  dall’alto verso il basso: perchè dal vicepresidente della provincia era stato anche lui ad assicurare un contributo di trecentomila euro in tre anni al gestore Fieremilia. E soprattutto perchè, quando il Pd impose negli enti locali la liquidazione della società proprietaria del polo fieristico (Reggio Emilia Fiere) Saccardi era stato l’unico in consiglio comunale a votare contro tale liquidazione, in difformità alle indicazioni del gruppo Pd.

Il coro dell'Armata Rossa al Lime Theater

Il coro dell’Armata Rossa al Lime Theater

Proprio da qui, oggi  Saccardi chiede spiegazioni al Pd e in particolare a De Franco, che pero dai dem è uscito qualche giorno fa.
«Deve essere chiaro che con la liquidazione della società, Comune, Provincia e Camera di commercio non c’entrano più niente con Reggio Emilia  Fiere. Questa è la legge. Oggi il proprietario, o meglio il decisore, è il Tribunale che agisce attraverso il commissario lioquidatore», afferma il consigliere Pd amico di Letta, di Castagnetti e anche del presidente Mattarella.

Roberto Meglioli

Roberto Meglioli

E aggiunge: «Mi sembra una cosa assai strana, perciò, che si impegni il sindaco a intervenire in una questione tra privati quando gli enti locali non hanno più voce in capitolo nelle fiere».  A questo punto – dice Saccardi – «la domanda politica è: come mai il consiglio comunale che ha messo in liquidazione le Fiere, ora chiede al sindaco di occuparsi delle Fiere medesime? La cosa, si converrà, appare strana. Ma più che al Pd, che si è astenuto e poi ha messo in campo un documento che affronta correttamente la questione dal punto di vista del rilancio dell’area Nord, mi sento di rivolgere questa domanda a Lanfranco De Franco,che a suo tempo aveva approvato la liquidazione delle Fiere e oggi ha firmato l’or0dine del giorno dei grillini per impegnare il sindaco in una trattativa tra privati, e naturalmente ha votato a favore del documento su cui invece il Pd si è astenuto. Poi ha approvato anche l’altro documento, che aveva tutt’alta impostazione. Insomma, la confusione è davvero grande, e De Franco deve mettersi d’accordo con se stesso».
A questo punto, è logico aspettarsi altra benzina sul fuoco.
Pierluigi Ghiggini

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. stefano raspini Rispondi

    05/03/2017 alle 12:54

    Senza se e senza ma sto con medials e con la cultura a Reggio che il governo democraticocristiano.2 ha distrutto negli ultimi 10 anni in reggio emilia.
    Mettere sullo stesso piano una esposizione di canarini con un concerto dell’armata rossa e’ pura follia e la follia se non e’ creata da fattori genetici e’ creata dall’ignoranza.

    FUORI I DETRATTORI DELLE CULTURA DALLE FIERE E DALLA CITTA’ DEL TRICOLORE
    FUORI INTERESSEI COMMERCIALI LADDOVE IL COMMERCIO (LE FIERE PRIMA) FALLI’ E FALLIRA’
    FUORI CHI DIFENDE GLI INTERESSI DELLE LOBBY E DI UNA CITTA’ VECCHIA CHE ORA DEVE REINVENTARSI SE NON VUOLE MORIRE

    REGGIO DEVE BACIARE I GOMITI A PERSONE COME ROBERTO MEGLIOLI CHE DI TASCA SUA HA INVESTITO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI EURO NELLA CULTURA PIUTTOSTO CHE NELL’AMIANTO DEGLI ANNI SESSANTA O NELLA MAFIA CALABRESE DEGLI ANNI OTTANTA

    REGGIO DEVE BACIARE I GOMITI A TUTTI GLI OPERATORI CULTURALI DI REGGIO EM CHE CERCANO DI RICONVERTIRE QUESTA CITTA’ DA CITTA’ DEI MAIALI A CITTA’ DELLA CULTURA,

    Gli amici di renzi se ne vadano il loro momento e’ finito reggio non ama i democretici cristiani reggio e’ oltre la religione nel partito oltre gli interessi commerciali oltre la cultura solo deo gloria. e ripeto SOLO deo gloria…..o fotografia flop europea……

    SALVATE IL LIME. PUNTO.

    raspini stefano virgilio enea
    attore poeta regista scrittore performan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *