A Taneto c’è un anfiteatro romano: i risultati dello scavo al Caffè del Giovedì della Far

Il gruppo degli studenti di Odense e della Sapienza di Roma che hanno scavato a Taneto

Il gruppo degli studenti di Odense e della Sapienza di Roma che hanno scavato a Taneto

 

 

8/3/2017“L’anfiteatro romano di Taneto” è il titolo della conferenza del Caffè del Giovedì della Far-Studium Regiense, in programma il 9 marzo alle 18, come di consueto nella splendida sala dell’Oratorio della Trinità in via san Filippo 14 a Reggio Emilia.

Intervengono Paolo Storchi, dottorando alla Sapienza di Roma e responsabile dello scavo avvenuto lo scorso settembre, e Marco Camorani. Saranno illustrati i risultati i risultati delle prospezioni condotte da una equipe internazionale di studenti italiani dell’università la Sapienza e danesi dell’università di Odenze  sulla base di un progetto ideato e diretto dal  giovane studioso reggiano Paolo Storchi, che ha individuato da una vecchia aerofotogrammetria le tracce della pianta di un anfiteatro romano in un campo di Taneto, ai confini con Sant’Ilario.

Paolo Storchi sullo scavo di Taneto

Paolo Storchi sullo scavo di Taneto

Gli scavi hanno riportato alla luce i resti di antiche mura.

Durante la conferenza saranno illustrati i risultati delle analisi successive allo scavo e delle osservazioni aeree realizzate con un drone.

Lo scavo di Taneto

Lo scavo di Taneto

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *