Viano, il sindaco Bedeschi lascia: “Sono stanco, troppi problemi con i tagli alla spesa”
Il Comune sarà commissariato

10/2/2017 – Il sindaco di Viano Giorgio Bedeschi, uno dei pochi non del Pd in provincia di Reggio, annuncerà domani al suo gruppo la decisione di dimettersi entro la fine dell’anno, vale a dire in largo anticipo sulla scadenza naturale della legislatura, che sarà nel 2019. Lo scrive oggi la Voce di Reggio Emilia. «Per ora è solo una intenzione – ha dichiarato Bedeschi – Le motivazioni sono semplici: sono stanco.  Oggi fare il sindaco non è facile e nel crescere dei tempi e dei mesi sento il peso dell’impegno. Vorrei ritrovare un mio spazio; riposarmi e vivere con meno apprensioni. Spero non venga interpretata come una scelta egoistica».

Il sindaco di Viano Giorgio Bedeschi mentre pittura la staccionata di un parco

Il sindaco di Viano Giorgio Bedeschi mentre pittura la staccionata di un parco

Aggiunge Bedeschi:  “Il comune verrà commissariato. Poi vi saranno elezioni e la mia squadra, ma anche il Pd o il centro destra esprimeranno le loro candidature.
Io ho una bella squadra e qualificati funzionari, ma non nascondo che la riduzione della spesa ha tolto risorse umane ed il “carico” è del sindaco che non sa mai sia poi la sua fine”.

Di conseguenza “mi sono guardato allo specchio ed ho considerato la mia vita. Giorgio non ha cambiato il suo essere,  ma adesso è stanco. Sono cosciente di dare una brutta notizia alla mia squadra, ma è una scelta che non posso rimandare. Sono stanco”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *