Tenta di uccidersi sotto il treno: salvata dai Carabinieri a Scandiano

di Giulia Paltrinieri

15/2/2017 – Camminava di notte sui binari cercando la morte. È stata salvata da due carabinieri che, nel buio, l’hanno raggiunta e fermata sui binari della ferrovia riuscendo a evitare, anche grazie alla prontezza di riflessi del macchinista, che fosse travolta dal treno merci in arrivo.
Due angeli in divisa, quelli della Tenenza di Scandiano, che intorno alle due di notte sono riusciti così ad evitare la tragedia.
La donna, una 50enne reggiana, aveva già cercato di farla finita due volte. Prima aveva tentato di tagliarsi le vene. Sempre ieri notte poi aveva provato a lanciarsi contro un auto in transito.  Il conducente è riuscito ad evitarla e ha allertato i soccorsi
Dopo l’ennesimo tentativo, è stata portata per le cure del caso all’ospedale di Scandiano. Da qui tuttavia è riuscita a fuggire, con l’intenzione di farla finita. Gli infermieri si sono accorti della sua fuga intorno alle 2 di mattina e hanno subito lanciato l’allarme al  112, che ha messo in moto una pattuglia della tenenza di Scandiano.
I militari sono riusciti a individuare la donna lungo la via Statale vicino alla stazione ferroviaria del paese. A nulla sono serviti i tentativi dei carabinieri, che hanno provato ad avvicinarla e a parlarle: la donna a gran voce ha urlato di lasciarla stare e lasciarla morire.  All’arrivo dell’ambulanza, la 50enne ha raggiunto i binari fuggendo in direzione di un treno merci in arrivo.
Ma i carabinieri l’hanno inseguita: uno l’ha bloccata gettandola sui binari, l’altro è corso verso il treno in movimento e, con il faro in dotazione, è riuscito a richiamare l’attenzione del macchinista. Questo ha arrestato la marcia del treno e si è fermato. La donna è stata così caricata in ambulanza e riportata all’ospedale.
Al vaglio dei carabinieri le motivazioni che hanno indotto la donna a cercare, con tanta determinazione, di uccidersi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *